Crea sito

Pane di semola ai pomodori secchi

Pane di semola ai pomodori secchi, con lievito madre.
Sia il pane alle olive nere, sia il pane coi pomodori secchi, sono un indimenticabile ricordo di quando era bambina. A casa di mia nonna paterna non mancavano mai, soprattutto il pane alle olive nere di una nota azienda siciliana, mia nonna materna invece lo faceva in casa e le ultime due pagnotte pezzate erano destinate una alle olive e una ai miei adorati pomodori secchi, di cui vado ancora ghiottissima!
Oggi sforneremo un pane semplice fatto con farina di semola, acqua, lievito madre ed appunto pomodori secchi, che diventeranno stuzzicanti sospensioni nell’impasto, renderanno il pane eccezionale!!
Siete pronti? Andiamo in cucina allora, non perdiamo tempo!!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione8 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni1,3 kg di pane circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gFarina di semola (Rimacinata)
  • 500 mlAcqua
  • 150 gLievito madre (Rinnovato e maturo)
  • 15 gSale
  • 1 cucchiainoMiele (O malto)
  • 150 gPomodori secchi

Preparazione

  1. Rinnovate il  lievito madre e aspettate che raddoppi, dovrete  usare un lievito maturo.

  2. Subito dopo aver rinnovato, mettete in autosili la farina (aiuteremo la formazione della maglia glutinica). Bagnatela con circa il 45% dell’acqua, impastate grossolanamente e tenete a riposo. Non appena la vostra pasta madre sarà matura, potrete procedere ad impastare. Unite in una ciotola il resto dell’acqua, il sale, un cucchiaino di miele o malto, la pasta madre spezzettata e impastate per qualche minuto. Riponete al caldo per 30 minuti.

  3. Tagliate a pezzettini il pomodoro secco, rivoltate l’impasto su una spianatoia e incorporateglieli. Fate una serie di pieghe all’impasto, portando i lembi verso il centro e rivoltandolo, in modo che la parte dove i lembi si sono uniti resti in basso. Fate riposare ancora 30 minuti, questa volta sulla spianatoia. La massa, asciugherà cominciando a diventare più elastica e soda.

  4. Trascorso il tempo, ripetete le pieghe e lasciate ancora a riposo per 30 minuti.

  5. Riprendete la  pasta, fate un ultimo giro di pieghe, pirlate (fate una palla) e pezzate due pagnottelle. Fate riposare 10 minuti.

  6. Schiacciate con le mani l’impasto, stendetelo leggermente e poi arrotolatelo in un cilindro. Infarinate bene sia il cilindro di pasta che la cesta di lievitazione, riponetevi l’impasto con la chiusura del cilindro verso l’alto. Fate lo stesso per entrambe le pagnotte. Ponete al caldo, in forno con luce accesa per circa tre ore o lasciate lievitare in frigo per 12-14 0re.

  7. A raddoppio avvenuto, accendete il forno alla massima temperatura, posizionate una pietra refrattaria o una pirofila a metà altezza e lasciatela scaldare per almeno 30 minuti.

    Rivoltate il pane su un vassoio infarinato o una pala.

    Con una lametta fate delle profonde incisioni a piacere (eviterete che nel pane si formino delle antiestetiche crepe durante la cottura) e lasciate scivolare con delicatezza la pagnotta sulla refrattaria calda.

    (Da quando rivoltate il pane sulla pala a quando lo infornerete dovrete essere velocissimi, eviterete che si appiattisca troppo).

    Cuocete in modalità preferibilmente ventilata alla massima temperatura per i primi 40 minuti, poi abbassate gradatamente per i successivi 15-20.

    Trascorso il tempo, prendete un pane con l’aiuto di una presina e bussate sul fondo, se farà un bel suono cavo, spegnete, rimettetelo dentro lasciatelo raffreddare con calma con il forno leggermente aperto.

  8. Il nostro pane delizioso è pronto, in inverno basterà tenerlo avvolto in un panno di cotone e si manterrà benissimo per due o tre giorni, in estate purtroppo tenderà a seccarsi prima, ma non consiglio di conservarlo in buste di plastica, si rovinerebbe, meglio porzionarlo e congelarlo per utilizzarlo al bisogno.

    Grazie del tempo che mi avete dedicato, spero che la ricetta vi sia piaciuta e vi invito a visitare la mia pagina facebook , dove troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparazioni!

    Seguitemi anche:

    su pinterest ,

    su instagram

    e su twitter,  

    troverete anche li le mie ricette!

    Inoltre se volete ricevere un messaggio su Facebook con gli aggiornamenti su ogni nuova ricetta, clicca QUI e seleziona il tasto ISCRIVITI.

    Da qui, potrai tornare alla HOME e scoprire le nuove ricette!

    Mafalde siciliane pane di semola rimacinata;

    Cucciddatu pane di semola rimacinata di grano duro;

    Panini al latte sofficissimi ;

    Pane di semola a pasta dura con lievito madre;

    Pane di semola alla noci ad alta idratazione con lievito madre;

Note

Parlando di tempi di lievitazione sappiate che questi sono approssimativi. La maturazione di un impasto con pasta madre non può essere una scienza esatta, la crescita è infatti influenzata da molti fattori, soprattutto dalla temperatura esterna. In estate avremo una velocità di lievitazione maggiore, ma correremo il rischio andare fuori lievitazione e inacidire la pasta, in inverno invece i tempi potrebbero essere molto lunghi senza una cella a  28°, ovvieremo tenendo l’impasto in forno con la luce accesa,  dove si raggiungono circa i 26°, comunque una buona temperatura.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.