Crea sito

Pane di semola alla noci ad alta idratazione con lievito madre

Pane di semola alla noci ad alta idratazione con lievito madre.

Era da un po’ che non mi dedicavo a fare il pane e ieri avevo proprio voglia di rilassarmi, sì perché per me fare il pane e sinonimo di pace e relax. Avevo delle noci già sgusciate in dispensa, il lievito madre rinvigorito  e appena rinnovato e dato che noi tutti amiamo sia le noci che il pane, perché non dare vita al connubio perfetto?

Ecco allora il mio pane di semola alle noci, un po’ impegnativo forse, ma davvero buono, croccante fuori, soffice dentro e molto profumato…

Se volete conoscere la ricetta eccola passo passo, spero che vi piaccia!

Pane di semola alla noci alta idratazione con lievito madre
  • Preparazione: 12 ore in inverno Minuti
  • Cottura: 50 Minuti
  • Difficoltà: Alta
  • Porzioni: 1 kg di pane
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • 600 g semola rimacinata di grano duro
  • 500 g Acqua
  • 15 g Sale
  • 1 cucchiaino Miele (o malto)
  • 100 g Lievito madre (ben maturo)
  • 130 g Noci già sgusciate

Preparazione

  1. Alle 7 del mattino rinnovate il vostro lievito, che dovrà essere pronto in tre ore se non fa troppo freddo, quindi mettetelo a lievitare in forno con lucina accesa.

  2. Dopo aver rinnovato, dedicatevi un attimo alla farina: inseritela in una ciotola e versatevi 250g d’acqua, mescolate grossolanamente e mettete da parte per  tutto il tempo che la pasta madre impiegherà a lievitare, l’impasto lasciato in autolisi formerà una maglia glutinica migliore. (foto 1, 2, 3 in alto).

    Al triplicarsi del lievito madre, ci vorranno almeno tre ore, potrete iniziare ad impastare il pane.

    Versate nella ciotola della planateria il resto dell’acqua, il sale, il miele o il malto e la pasta madre spezzettata.

    Lasciate partire la macchina, l’impasto avrà una consistenza molto molle, quasi liquida.

    Voi impastate a velocità medio alta fino a che l’impasto non sarà perfettamente incordato, ci vorranno circa 30 minuti.

  3. A pasta incordata, benché morbida, questa tenderà a restare tutta attorno al gancio lasciando la ciotola pulita e tirandone un lembo questa non si spezzerà formando un velo.

    Riponete al caldo a 28°C o in forno con luce accesa per 2 ore.

  4. Riprendete l’impasto, unite le noci tritate e incorporatele.

    Lasciate puntare all’aria per 30 minuti, poi cominciate le pieghe.

    La prima piega la farete semplicemente portando i lembi della pasta verso il centro, farete quindi riposare per 15 minuti.

  5. Trascorso il tempo fate qualche giro di pieghe “slap and fold”, sollevando la pasta e poi piegandola con vigore su se stessa,  a questo link il video (girato da mia figlia… ).

    Pirlate, lasciate riposare 15 minuti e ripetete;

    -aspettate 15 minuti ancora e ripetete;

    -aspettate ancora 15 minuti e ripetete;

    -aspettate ancora 15 minuti e ripetete;

    -aspettate ancora 15 minuti e ripetete per l’ultima volta.

  6. Aspettate 15 minuti dall’ultima piega, infarinate la spianatoia e la pasta e arrotolate quest’ultima su se stessa, aspettate 5 minuti e arrotolate ancora.

    Infarinate in maniera esagerata un cesta da lievitazione e riponetevi il filone con la chiusura rivolta verso l’alto.

    Riponete a lievitare a 28°C o in forno con luce accesa per 3 ore almeno.

  7. Trascorso il tempo riponete 2 ore in frigo per raffreddare tutto, questo aiuterà la crescita in cottura (in estate tutta la lievitazione andrà fatta in frigo, sarà più lunga ma eviteremo che il pane acquisisca un sapore acidulo).

    Accendete il forno alla massima temperatura e poggiate sul fondo un pentolino o una ciotola con dell’acqua. Se avete una refrattaria usate quella, altrimenti ripiegate su una pirofila capiente, poggiatela su un supporto posizionato nel penultimo ripiano e portate tutto a temperatura.

    Infarinate un vassoio, capovolgetevi l’impasto, con una lametta fate delle profonde incisioni sulla pasta, aiuterranno il pane e non creparsi durante la cottura e fate scivolare con delicatezza il pane in forno, sulla refrattaria o sulla pirofila, cuocete per circa 50 minuti in modalità statica, abbassando la temperatura a 180°C trascorsa la prima mezzora e gli ultimi 5 minuti aprite leggermente lo sportello per fare uscire il vapore.

    Sfornate il pane e lasciatelo raffreddare sulla gratella, un pane ben cotto, “se bussate” sulla crosta, farà un bel suono cavo come un tamburo, questo sarà la vostra prova di avvenuta cottura ( ascolta a questo link).

  8. Se avete gradito la ricetta, vi invito a visitare la mia pagina facebook , troverete molte idee stuzzicanti e se lascerete il vostro like resterete aggiornati su tante nuove e golose preparazioni!

    Mi troverete anche su pinterest , su instagram , su twittere su google+.

    Ricordate, se realizzate le ricette del blog inviatemi le vostro foto, sarò orgogliosa di condividerle sulle mie pagine social!

    Se questa ricetta ti è piaciuta guarda pure:

    Pane di semola ai pomodori secchi;

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da ilcaldosaporedelsud

Salve, mi chiamo Fernanda, sono siciliana di Catania e sono nata nel 1980. Ho uno splendida brigata composta da mio marito e tre meravigliosi figli. Quando mi annoio o sono triste non perdo tempo, faccio le svolte alle maniche e poi di corsa in cucina a preparare qualcosa di buono e sfizioso. Nel mio blog troverete un ampia varietà di ricette, dalle più semplici alle più elaborate, dalle più golose a quelle più giornaliere per approntare un pasto in maniera semplice, pratica e gustosa, ma troverete anche ricette light per quando occorre rimettersi in forma... Insomma, un diario di cucina adatto ad ogni esigenza, che aspettate allora? Andiamo in cucina e prepariamo insieme qualcosa di buono!!

Una risposta a “Pane di semola alla noci ad alta idratazione con lievito madre”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.