Crea sito

Pesto alla trapanese

Oggi sulla nostra tavole porteremo il Pesto alla trapanese, un  condimento che si prepara a freddo, ideale, quindi, per le giornate estive, in cui si ha poca voglia di stare davanti ai fornelli. Basilico, mandorle, aglio e pomodoro fresco, sono i protagonisti principali di questo profumato condimento. Facile e veloce da preparare, il pesto alla trapanese, una volta gustato non lo si lascia più. Come tutte le ricette, c’è sempre qualche ingrediente in più o in meno o quantità diverse, secondo i propri gusti. Si parte dalla ricetta originale e poi ognuno la rivisita a modo proprio, ma in linea di massima il sapore è sempre quello. Secondo le antiche ricette, gli ingredienti del pesto dovrebbero essere lavorati nel mortaio, ma la frenesia della vita moderna, purtroppo, ci porta ad ovviare e ad usare dei piccoli elettrodomestici, che ci facilitano la vita e ci fanno risparmiare tempo e il gusto, in fondo, non cambia di molto.

vpesto alla trapanese
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il Pesto alla trapanese

  • 5Pomodori
  • 2 spicchiAglio
  • 40 gMandorle
  • 30 gBasilico
  • 2 cucchiaiOlio di oliva
  • q.b.Sale
  • 40 gPecorino

Cosa serve per il Pesto alla trapanese

  • 1 Mortaio

Preparazione del Pesto alla trapanese

  1. Passiamo ora alla preparazione del Pesto alla trapanese. Uno degli ingredienti necessari per la preparazione di questo sugo sono le mandorle. A discrezionalità, si possono utilizzare sia con la pelle che senza.

  2. Per chi volesse utilizzarle senza la pelle, basterà bollire dell’acqua e buttarvele dentro, lasciandole ammollo, fino a quando la pelle non si ammorbidirà. A questo punto, prendere una mandorla tra le dita e con una leggera pressione in avanti, eliminare la buccia.

  3. Asciugare le mandorle in un padellino a fuoco molto basso, smuovendole spesso, oppure metterle qualche minuto nel forno a microonde o nel forno normale. Pelare i pomodori, che devono essere ben maturi. Quest’oprazione si può fare a freddo, o, per facilitare l’operazione, scottandoli per qualche minuto in acqua bollente.

  4. Pulire l’aglio. Lavare il basilico e asciugarlo. Mettere le mandorle nel mortaio e ridurle a farina, aggiungere anche gli spicchi di aglio e continuare a pestare. E’ la volta ora del basilico e infine dei pomodori.

  5. Versare in una ciotola e aggiungere l’olio, il pecorino e il sale e mescolare bene tutti gli ingredienti. Conservare in frigo coperto, fino al momento di condire la pasta. Se non si ha il mortaio o si ha fretta, tutti gli ingredienti possono essere lavorati con un mixer.

  6. Non resta altro da fare che cuocere la pasta, scolarla al dente e condirla col Pesto alla trapanese, magari arricchendo il piatto con melenzane o zucchine fritte. Buon appetito!

Consigli

Se non si possiede il mortaio o per una questione di tempo, può essere utilizzato anche un robot da cucina o un frullatore ad immersione.

Il Pesto alla trapanese può condire anche della pasta fredda.

Il pecorino può essere sostituito con parmigiano, grana o ricotta salata.

Potete anche leggere: PASTA CON PESTO SICILIANO E TONNO  FARFALLE CON PESTO ALLE MANDORLE E PISTACCHIO PASTA CON PESTO SICILIANO CON RICOTTA E ZUCCHINE GNOCCHI AL PESTO DI POMODORI SECCHI E RICOTTA PATATE AL PESTO E ROSMARINO  SALMONE ALPESTO CON PATATE AL FORNO FARFALLE CON PESTO DI POMODORI SECCHI E RICOTTA POMODORI RIPIENI DI RISO AL PESTO MISCATE CON PESTO DI PISTACCHIO PESTO DI BASILICO E MANDORLE PESTO ALLE MANDORLE E PISTACCHIO PASTA CON PESTO ALLA TRAPANESE E OLIVE

Vi invito a diventare fan della mia pagina Facebook ANNAMARIA TRA FORNO E FORNELLI , per essere aggiornati sulle mie nuove ricette e restare in contatto con me. Se volete cliccate QUI e poi mettete MI PIACE. Annamaria tra forno e fornelli è anche su Pinterest  Twitter Instagram seguitemi numerosi.  GRAZIE PER L’ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE      

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Annamaria tra forno e fornelli

Ciao a tutti. Sono Annamaria, siciliana Doc e con parecchi hobby, tra cui la passione per cucina. Questo blog è nato quasi per gioco nel Marzo del 2015 e oggi mi ritrovo con un bel po' di followers che amano le mie ricette. La mia è una cucina piuttosto semplice. Propongo ricette fattibili da tutti e forse è questo il segreto per cui alla gente piacciono. Colgo l'occasione per ringraziare chiunque entri qui e mi onora con la propria presenza.

2 Risposte a “Pesto alla trapanese”

  1. Questo condimento è proprio interessante! Non essendo amante ne del pecorino e ne della ricotta salata, posso usare del grana, magari di lunga stagionatura?

    A presto
    Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.