Pomodori secchi sottolio

Quest’anno mi sono  dedicata, come mai prima, alla preparazione di buonissime conserve, come questi  pomodori secchi sottolio.

Mi piacciono particolarmente, insieme ai peperoncini tondi ripieni   sono i miei preferiti. Non che le cipolline borretane sottaceto, le melanzane a crudo sottolio o le zucchine grattugiate  siano da meno, ma i pomodori secchi sottolio per i miei gusti sono il top.

Da quando ci siamo trasferiti ad abitare fuori città ho ritrovato insieme alla buona aria di campagna anche il piacere delle vecchie tradizioni, e appena posso mi piace dilettarmi con la preparazione di conserve, confetture e pasta fatta in casa.

Non avendo avuto in questo periodo granché tempo a disposizione ho dovuto, mio malgrado, rinunciare all’idea di far essiccare personalmente i pomodori al sole e ho deciso di acquistarli già essiccati da una simpatica contadina della mia zona.

I pomodori secchi sottolio sono buonissimi, saporiti, sfiziosi, perfetti per realizzare antipasti di vario tipo, condire la pasta, la pizza, o da mangiare semplicemente accompagnati da pane o grissini.

Prima di iniziare a preparali è importante che  vi ricordi l’importanza dell’igiene e del rispetto di alcune semplici regole per scongiurare eventuali rischi per la salute.

-Vasetti, utensili e pressini devono essere sterilizzati. Al momento di utilizzarli devono essere completamente asciutti.

-Tappi e/o guarnizioni devono essere nuovi. Una piccola deformazione potrebbe compromettere la chiusura dei vasetti

-Canovacci e grembiuli devono essere puliti e asciutti.

-Lavate le mani fino al polso con un sapone antibatterico prima di iniziare la preparazione e ogni volta che toccate qualcosa di non sterilizzato.

-Etichettate sempre le conserve con nome, data di preparazione e di scadenza.

Vi allego, da leggere, le linee guida del Ministero della salute sulla corretta preparazione delle conserve alimentari domestiche.

Detto ciò possiamo metterci all’opera, trasferiamoci in cucina ed iniziamo.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni2 vasetti da 250 ml

Ingredienti

  • 500 gPomodori secchi
  • 300 mlAceto di vino bianco
  • 300 mlAcqua
  • 2 cucchiainiCapperi sottaceto
  • 1 spicchioAAglio
  • q.s.Basilico
  • q.s.Pepe nero in grani

Strumenti

    Preparazione

    1. In una pentola portate ad ebollizione l’aceto di vino bianco con l’acqua.

      Appena avrà raggiunto l’ebollizione unite  i pomodori e i grani di pepe nero. Lasciate sbollentare il tutto per 2-3 minuti. Scolate e trasferite pomodori e pepe  su un canovaccio  pulito e asciutto ad asciugarsi. Dopo un’ora con delle pinze da cucina o una forchetta  girate i pomodori sottosopra in modo che si asciughino  su entrambi i lati. Prima di poter essere invasettati dovranno  asciugarsi completamente.

      Distribuite i pomodori a strati nei vasetti, aggiungendo anche il pepe e le foglie di basilico precedentemente lavate e  perfettamente asciugate. Sbucciate lo spicchio d’aglio, eliminate l’anima interna, tagliatelo a fettine sottili e spartitelo nei vasetti.  Ricoprite i pomodori secchi con olio extravergine e inserite in ogni vasetto un un pressino con le punte rivolte verso l’alto. Riempite i vasetti con l’olio fino a 2 cm da bordo e chiudete con i tappi senza stringere troppo.

    2. Mettete i vasetti in una pentola alta avvolgendoli con dei canovacci in modo che non possano toccarsi tra di loro. Ricopriteli con acqua fino a 3-4 cm sopra ai tappi e portate ad ebollizione. Lasciate bollire per 45 minuti a fiamma media costante. Se il livello dell’acqua dovesse abbassarsi fino a scoprire i tappi aggiungetene altra ma  sempre bollente.

      Spegnete e lasciate i vasetti nella pentola con l’acqua finché non si sarà completamente raffreddata.

      Verificate che si sia correttamente formato il sottovuoto. Pigiate con le dita sul tappo. Se emette il classico click clack allora il sottovuoto non è andato a buon fine. Potete sostituire il tappo e ripetere l’operazione oppure riporre i pomodori secchi sottolio in frigo e consumarli entro 4-5 giorni.

      I vasetti vanno conservati in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.

    Note

    I pomodori secchi sottolio si conservano, se perfettamente sotto vuoto, per 3 mesi.

    5,0 / 5
    Grazie per aver votato!


    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.