Peperoncini tondi ripieni

A grande richiesta di amici e familiari anche quest’anno ho preparato i peperoncini tondi ripieni.

Ne ho raccolti un bel po’, le piante sono state molto generose e scartati quelli ammaccati e poco sodi, che lascerò essiccare, ne ho pesati poco più di 1 kg e ne ho fatti ben 8 vasetti da 500 ml. Se non avete l’esigenza di prepararne in questa quantità potete semplicemente ridurre le dosi degli ingredienti, mantenendo le proporzioni. Se i vostri peperoncini sono di grandi dimensioni potete farne 4 vasetti da 1 litro.

Bastano pochi ingredienti e un pizzico di pazienza per realizzare uno dei più buoni sottoli che ci siano.

Poiché è importantissimo in termini di sicurezza per la salute rispettare alcune regole e accortezze ve le ricordo prima di iniziare:

  • Sterilizzare vasetti, tappi ed utensili che utilizzerete seguendo uno di questi metodi.    Se utilizzate il metodo lavastoviglie tirate fuori gli utensili solo al momento di utilizzarli, vasetti e tappi solo al momento di riempirli.
  • Detergere il piano di lavoro con prodotti specifici come l’Amuchina.
  • I canovacci devono essere puliti e asciutti.
  • Tappi e guarnizioni se utilizzate barattoli con chiusura a gancio, devono essere nuovi.
  • Lavate le mani spesso e sopratutto ogni volta che toccate qualcosa di non sterilizzato.
  • Etichettate ogni vasetto con la data di preparazione e scadenza del prodotto.
  • Per questa preparazione utilizzate dei guanti in lattice usa e getta di quelli senza polveri, questi peperoncini sono molto piccanti e potrebbero bruciarvi le mani dopo un prolungato contatto. Attenzione a non toccarvi occhi o zone delicate e sensibili.
  • Per questa preparazione è assolutamente necessaria la pastorizzazione ossia la bollitura dei vasetti dopo il riempimento e la corretta formazione del sottovuoto.

E’ bene leggere attentamente le linee guida del Ministero della Salute riguardo la corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico, nelle quali trovate tutte le indicazioni nel dettaglio.

E ora che vi ho detto tutto passiamo alla preparazione…

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni8 vasetti da 500 ml 4 vasetti da 1 l

Ingredienti

Per la bollitura

  • 1 kgPeperoncini tondi piccanti
  • 1 lAcqua
  • 1 lAceto di vino bianco
  • 30 gSale

Per il ripieno

  • 4 cucchiainiCapperi sott’aceto
  • 400 gTonno sott’olio
  • 1Acciughe sott’olio
  • q.s.Olio extravergine d’oliva

Strumenti

    Preparazione

    1. Lavate accuratamente i peperoncini sotto l’acqua corrente, Asciugateli e con un coltellino affilato rimuovete il picciolo. Con uno scavino o un cucchiaino svuotateli all’interno.

      In una pentola portate ad ebollizione l’acqua con l’aceto di vino bianco e il sale.  Sbollentate i peperoncini dai 2 ai 4 minuti a seconda della dimensione, non oltre altrimenti perderanno consistenza.

      Prelevateli delicatamente con una schiumarola e trasferiteli su un canovaccio pulito e asciutto a scolarsi dell’acqua.  Posizionateli con l’apertura rivolta verso il canovaccio. Lasciateli asciugare per 8-6-8 ore. Verificate che siano ben asciutti all’interno altrimenti lasciateli asciugare per tutta la notte.

    2. Quando i peperoncini saranno completamente asciutti preparate il ripieno.

      In un frullatore riunite il tonno scolato dall’olio con i capperi e, se la gradite, un’acciuga. Frullate fino ad ottenere una crema densa ed omogenea.

      Trasferite il ripieno in una sacca da pasticcere e riempite per bene i peperoncini uno alla volta, in modo che non rimanga aria all’interno.

      Man mano che sono pronti, aiutandovi con delle pinze da cucina, trasferite i peperoncini nei vasetti in maniera ordinata. Riempite i vasetti fino a 2 cm dal bordo con l’olio extravergine d’oliva, facendolo colare ben bene fin sul fondo in modo che non rimangano spazi vuoti e che i peperoncini ne siano ricoperti. Battete delicatamente i vasetti sul piano di lavoro per far uscire le eventuali bolle di aria, asciugate con un canovaccio pulito il bordo dei vasetti e chiudete con i tappi ma senza stringere troppo.

      Avvolgete i vasetti con dei canovacci in modo che non possano urtarsi durante la pastorizzazione e poneteli all’interno di una pentola alta. Riempite la pentola con acqua fredda fino a 5 cm sopra ai tappi e portatela ad ebollizione. Lasciate bollire per 45 minuti. Il tempo si conta a partire da un’ebollizione vivace. Spegnete la fiamma e lasciate i vasetti all’interno fin quando l’acqua non si sarà completamente raffreddata.

      Asciugate i vasetti e verificate l’avvenuto sottovuoto, spingendo con le dita al centro dei tappi. Se emettono il classico click clack il sottovuoto non è andato a buon fine. Se non emettono nessun rumore il sottovuoto si è formato correttamente e potete etichettare i vasetti e conservare i peperoncini tondi ripieni in un luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce.

    Note

    Conservazione e scadenza.

    I peperoncini correttamente chiusi si mantengono per 3 mesi.

    Una volta aperti vanno trasferiti in frigorifero e consumati nell arco di 2-3 giorni non oltre.

    4,9 / 5
    Grazie per aver votato!


    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.