Cipolline borretane sottaceto

Un’altra gustosa conserva che ho preparato quest’anno sono le cipolline borretane sottaceto. Mia nonna le preparava spesso, smise di farle solo con l’avanzare dell’età e per la prima volta quest’anno mi sono decisa a prepararle anch’io.

Ho fatto diverse conserve nell’ultimo mese, partendo da quella di melanzane fino ai pomodori secchi sottolio, passando per quelle di cetriolini sottaceto, peperoncini tondi ripieni,  di fagiolini e  di zucchine grattugiate sottolio. Spero di avere il tempo di preparare anche qualche marmellata e confettura prossimamente.

La ricetta è semplice, il risultato delizioso ma come per tutte le conserve è importante, prima di iniziare la preparazione, rispettare le regole sanitarie. Ve le riassumo a grandi linee  e vi lascio da leggere le linee guida del Ministero della Salute sulla corretta preparazione delle conserve alimentari domestiche.

– Sterilizzare/sanificare vasetti e utensili che utilizzerete per preparare la conserva. Potete farlo in 4 modi a seconda di quello che vi rimane più comodo.  Se utilizzate la lavastoviglie tirate fuori i vasetti solo al momento di riempirli e verificate che siano ben asciutti.

– Tappi  o guarnizioni devono essere nuovi

-Vasetti, tappi e pressini devono essere completamente asciutti per evitare la formazione di muffe.

– Lavate spesso le mani fino al polso durante la lavorazione

– I canovacci devono essere puliti e asciutti

– Etichettare sempre le conserve con nome, data di preparazione e di scadenza.

Detto tutto l’essenziale, trasferiamoci in cucina e prepariamole insieme.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di cottura8 Minuti
  • Porzioni4 vasetti da 250 ml

Ingredienti

  • 1 kgCipolline borretane
  • 500 mlAceto di vino bianco
  • 1 bicchiereAcqua
  • 4 foglieAlloro
  • 3 cm di stecca di cannella
  • Chiodi di garofano
  • Grani di pepe nero
  • q.b.Olio extravergine d’oliva
  • q.b.Sale

Per il liquido di governo

  • 500 mlAceto
  • 100 mlAcqua
  • 1 cucchiaioSale

Strumenti

  • Pentola
  • Coltello
  • Vasetti
  • Canovaccio

Preparazione

  1. Portiamo ad ebollizione una pentola di acqua leggermente salata e sbollentiamo le cipolline per 4 minuti. Scoliamole e lasciamole intiepidire su una canovaccio pulito e asciutto insieme alle foglie di alloro, i chiodi di garofano e i grani di pepe nero. Eliminate la cannella.

    Portiamo ad ebollizione un’altra pentola con l’aceto di vino bianco, un bicchiere di acqua, le foglie di alloro, la stecca di cannella e il pepe in grani.

    Nel frattempo rimuoviamo la parte più esterna delle cipolline e appena l’aceto avrà raggiunto il bollore tuffiamoci le cipolline per altri 4-5 minuti, se ve ne sono di grandi lasciamole cuocere 2-3 minuti più delle altre.

    Spegniamo la fiamma, scoliamo bene le cipolline e facciamole asciugare su un canovaccio pulito e asciutto. Dopo 10 minuti sostituiamo il canovaccio con uno asciutto e lasciamole asciugare completamente.

  2. Prepariamo la salamoia per la conservazione. Facciamo bollire 500 ml di aceto con 100 ml di acqua e 1 cucchiaio di sale. Se dopo l’ebollizione il liquido di governo non dovesse essere sufficiente prepariamone altro mantenendo la proporzione di 5 parti di aceto e 1 di acqua.

    Riempiamo i vasetti sterilizzati con le cipolline e le spezie suddivise nei barattoli e ricopriamole con la salamoia ancora calda fino a 1 cm dal bordo. Battiamo delicatamente il fondo dei vasetti sul piano di lavoro per far salire le eventuali bollicine d’aria in superficie e chiudiamo bene con i tappi. Capovolgiamo i vasetti sottosopra e facciamoli raffreddare completamente.

    Una volta raffreddate conserviamo le cipolline borretane sottaceto in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Saranno pronte da consumare dopo un mese e si conserveranno per 5 mesi.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.