Baci di dama

baci di dama sono dei dolcetti originari del Piemonte e in particolare della città di Tortona dove nacquero un secolo fa, chiamati così perché composti da due friabili biscotti al burro uniti dal cioccolato che richiamano due labbra intente a baciare.

Sono perfetti per l’ora del tè, ma anche da affiancare al caffè per una dolce pausa. Una leggenda vuole che i Baci di dama siano nati dalla fantasia di un cuoco di casa Savoia nell’autunno del 1852 dietro richiesta di Vittorio Emanuele II di assaggiare un nuovo dolce. Il prodotto incontrò l’approvazione e da allora venne servito sulle tavole reali d’Italia e d’Europa.

 

Seguimi anche sui social

FACEBOOK         INSTAGRAM         PINTEREST         TWITTER         YOUTUBE

baci di damaBaci di dama

 

 

Baci di dama dosi per circa 30 biscotti

140 g di farina 00

120 g di nocciole pelate e tostate

100 g di burro morbido

100 g di zucchero semolato

½ cucchiaino di lievito per dolci

Un pizzico di sale

150 g di cioccolato fondente

baci di dama

Procedimento

Prima cosa da fare per preparare i baci di dama è ottenere la farina di nocciole. Mettete nel mixer le nocciole, tostate e fredde, e metà dello zucchero indicato tra gli ingredienti. Azionate il mixer e tritatele finemente fino ad ottenere una farina.

Su una spianatoia o in una ciotola capiente, setacciate la farina, formate la classica fontana e aggiungete al centro il burro a pezzi, la farina di nocciole, il restante zucchero, il lievito, il pizzico di sale e impastate il tutto velocemente fino ad ottenere un panetto.

Aiutandovi con il palmo della mano, formate delle palline della dimensione di una nocciola e disponetele su una placca ricoperta di carta forno.

Infornate a forno già caldo a 160° e fate cuocere per 20 minuti circa.

I baci di dama non devono colorirsi troppo. Controllate la cottura sfiorando la superficie del biscotto. Se vedete che non resta l’impronta del dito i vostri baci sono pronti.

Quindi sfornateli e lasciateli raffreddare completamente.

Nel frattempo spezzettate il cioccolato, ponetelo in un pentolino e, fatelo sciogliere a bagnomaria.

Fatelo intiepidire affinché non risulti troppo liquido e cospargete la parte piatta dei biscotti, quella per intenderci a contatto con la carta forno, con il cioccolato fuso. Poi uniteli a coppie facendo combaciare le parti.

Lasciateli raffreddare, in frigo se in casa la temperatura è alta, prima di servirli.

NOTA: volendo potete sostituire le nocciole con le mandorle.

Precedente Parmigiana di zucchine, scamorza e speck Successivo Zuccotto pasquale