Crea sito

NECCI

Necci o nicci o ciacci o patolle o bollenti insomma dei piccoli dischi preparati con farina di castagne e acqua, cotti nei testi apposta e tipici della Toscana (più precisamente di Pistoia, Versilia e Garfagnana) che vengono poi arrotolati e farciti con ricotta dolce e mangiati caldi. Insomma dopo la parte storica devo raccontarvi anche della parte divertente perchè dovete sapere che, anche se i necci sono molto veloci da preparare, dovrete stare molto molto attenti alle dosi di farina e acqua e soprattutto a come andrete a cuocerli se non vorrete avere delle brutte sorprese. Erano già un paio di giorni che provavo a preparare i Necci (e continuavo anche a mangiarli) ma ogni volta non mi soddisfaceva a pieno l’aspetto estetico. Alcuni erano crepati, altri troppo pallidi, altri bruciacchiati esternamente quindi avevo deciso di rinunciare e di non pubblicarvi la ricetta ma alla fine sono troppo testarda e mi sono consultata con due blogger. Una è Francesca (le mille e una bontà di Francy), che mi ha rincuorata e mi ha dato la sprone per provare ancora e l’altra è la mitica Trap (MariaLuisa Trapanotto di Uova Zucchero e farina) che chiacchierando con me dopo cena mi ha dato l’ultima spintina che mi ha fatta arrivare al Bugi alle 8 in punto e iniziare subito. Alla fine ho capito l’inghippo, dovete usare un mestolo preciso di impasto su una padellina antiaderente (ma davvero antiaderente altrimenti non vengono) e vi assicuro che verranno della dose perfetta per farli arrotolare e non spatasciare da tutte le parti. Allora a questo punto mi tocca darvi la dose precisa di acqua e di farina di castagne, siete pronti ad iniziare? Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni6 necci

Ingredienti

Per i necci

  • 300 gFarina di castagne
  • 400 gAcqua

per il ripieno

Preparazione

  1. PREPARATE LA CREMA DI RICOTTA DOLCE

    Mettete la ricotta in una ciotola e unitela allo zucchero a velo mescolando bene con un cucchiaio.

  2. Se avete tempo mettete a scolare ricotta e zucchero in frigo in un colino per un’ora circa.

  3. PREPARATE LA BASE PER I NECCI

    Mettete la farina di castagne in una ciotola, fate un buco al centro e iniziate ad aggiungere l’acqua tiepida a poco a poco e mescolando con una frusta a mano fino a che otterrete una pastella liscia, omogenea e senza grumi.

  4. Fate scaldare una padellina antiaderente ad altissima temperatura e, quando sarà molto calda, abbassate leggermente e mettete a cuocere un mestolo di impasto per i necci alla volta come fareste per i pancake.

  5. Quando l’impasto avrà iniziato a fare le bollicine girate e fate cuocere un paio di minuti anche dall’altro lato.

  6. Preparate così tutti i necci, farciteli subito con la crema di ricotta dolce e serviteli molto caldi.

  7. VARIANTI E CONSIGLI

    Non è necessario aggiungere zucchero nella pastella dei necci.

    La padella che userete deve essere praticamente NUOVA e molto antiaderente altrimenti i necci si attaccheranno e si romperanno.

    Dovete sempre servirli caldissimi.

    Non dovete passare ricotta e zucchero al setaccio, non deve risultare cremoso altrimenti colerà, per questo motivo vi consiglio di far scolare la ricotta una volta che avrete aggiunto lo zucchero a velo.

    Se vi è piaciuta questa ricetta allora forse potrebbero interessarvi anche le CASTAGNE RUM E MIELE o le CASTAGNE BOLLITE o anche il CASTAGNACCIO oppure i PANCAKE PERFETTI.

Conservazione

I necci si conservano fino al giorno dopo ma se volete un consiglio fateli al momento.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.