Crea sito

CRUMBLE DELLA NONNA

Crumble della nonna e perché l’ho chiamato così? A dirla tutta perché alcuni ingredienti mi ricordano molto la torta della nonna visto che c’è la crema pasticciera e ci sono i pinoli ma poi ho messo anche le mele cotte e cosa fa pensare alle nonne più delle mele cotte…vero? Questo crumble della nonna è una di quelle ricette di ripiego che poi diventano un must nella mia cucina per anni e diventano le più replicate dagli amici ma soprattutto da voi. Questo crumble della nonna è stato la merenda per noi al bugi in una giornata di pioggia dove nessuno aveva voglia di fare nulla e ci saremmo Solo messe a dormire, il crumble della nonna ci ha dato la carica giusta per continuare la giornata. A voi piace la crema pasticciera? E le mele cotte? Per me che adoro entrambe il crumble della nonna è sicuramente una delle mie ricette preferite. Volete provare a prepararlo insieme a me? Iniziamo subito dai! Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione35 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni6/8 persone

Per la crema:

  • 500 mlLatte intero
  • 140 gZucchero
  • 50 gFarina 00
  • 4Tuorli

Per il crumble:

  • 150 gFarina 00
  • 90 gBurro
  • 50 gZucchero
  • 1 pizzicoSale
  • 50 gPinoli

Per le mele:

  • 2Mele
  • 60 gZucchero di canna
  • 50 gBurro

Preparazione

  1. PREPARATE LA CREMA

    Dividete i tuorli dagli albumi.

  2. Mettete i tuorli e lo zucchero in una ciotola e sbatteteli con le fruste elettriche per qualche minuto fino ad ottenere un composto spumoso e biancastro.

  3. Unite la farina e continuate a sbattere.

  4. Unite tutto il latte a poco a poco e uniformate il composto con un cucchiaio.

  5. Trasferite il composto per la crema pasticciera in un pentolino e fate cuocere a fuoco basso per 10/15 minuti girando continuamente in modo che non si attacchi o non si creino grumi.

  6. Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire la crema.

  7. CUOCETE LE MELE

    Sbucciate le mele, tagliatele in 4 parti e togliete il torsolo poi tagliatele tutte a quadretti.

  8. Mettete in una padella il burro e fatelo sciogliere.

  9. Mettete a cuocere le mele insieme allo zucchero di canna a fuoco alto per circa 10 minuti fino a che saranno cotte e morbide.

  10. Lasciate intiepidire le mele.

  11. PREPARATE IL CRUMBLE DI COPERTURA

    Tagliate il burro freddissimo di frigo a pezzetti e mettetelo in una ciotola insieme al sale, alla farina e allo zucchero.

  12. Lavorate velocemente tutti gli ingredienti con la punta delle dita in modo da ottenere un composto sbricioloso.

  13. COMPONETE IL CRUMBLE DELLA NONNA

    Mettete sulla base di una pirofila da forno le mele cotte e distribuitele uniformemente.

  14. Fate uno strato di crema pasticciera sopra alle mele cotte e livellate la superficie.

  15. Mettete tutto il crumble di pasta frolla a briciole su tutta la superficie della pirofila e mettete anche i pinoli ben distribuiti.

  16. Cuocete il crumble della nonna in forno preriscaldato ventilato a 200° per 20 minuti circa in modo da dorare bene le briciole di pasta frolla e tostare i pinoli.

  17. Sfornate il crumble della nonna e lasciatelo intiepidire prima di servirlo.

  18. VARIANTI E CONSIGLI

    Potete servirlo semplicemente oppure con una spolverata di cannella sopra.

    Potete servirlo tiepido o freddo è buono in tutti i casi.

    Se volete potete sostituire le mele con le pere.

    Potete anche mettere un cucchiaino di cannella nel ripieno di mele cotte.

    Se vi è piaciuta questa ricetta allora forse potrebbero interessarvi anche la CROSTATA DELLA NONNA o anche la TORTA DELLA NONNA oppure la CREMA PASTICCERA CHE NON COLA o anche il CRUMBLE DI MELE o le MELE GRATINATE AL FORNO.

Conservazione

Il crumble della nonna si conserva in frigo coperto da pellicola trasparente per due o tre giorni. Non potete congelarlo.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.