Crea sito

CARCIOFI ALLA NAPOLETANA

Carciofi alla napoletana un contorno facilissimo, ideale anche per vegetariani e vegani perchè non contiene nè carne nè pesce. I carciofi alla napoletana sono buonissimi e potete anche utilizzarli come condimento per una pasta veloce, a dire il vero anche per una pasta fredda. Potete consumare i carciofi alla napoletana caldi, tiepidi o freddi e saranno sempre buonissimi, ideali anche come aperitivo in un buffet, i carciofi alla napoletana vi faranno fare un figurone con poca fatica vedrete. In questo periodo vi sarete accorti che mi sono data alla pazza gioia con le ricette con i carciofi ma ultimamente qui a Genova si trovano davvero a buon prezzo e per qualche giorno abbiamo fatto scorpacciata di carciofi davvero in tutte le salse. A voi piacciono i carciofi? Per questa ricetta potete usare sia i carciofi con le spine che i carciofi mammole senza le spine, vedete voi cosa riuscite a trovare dal vostro fruttivendolo e se li preparerete mi raccomando, fatemi sapere se vi sono piaciuti! Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI) e il mio account Instagram (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

CARCIOFI ALLA NAPOLETANA
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone

Ingredienti

  • 4carciofi
  • 80 golive nere
  • 40 gcapperi
  • Mezzo bicchierevino bianco
  • 1limone
  • 1 spicchioaglio
  • peperoncino
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva
  • sale

Preparazione

  1. CARCIOFI ALLA NAPOLETANA

    Pulite i carciofi.

    Togliete il gambo ai carciofi.

    Togliete tutte le foglie esterne più dure e lasciate solo le interne più morbide.

    Tagliate via le punte ai carciofi.

    Tagliate in due parti i carciofi e togliete la barbetta interna con un coltellino o con un cucchiaino.

    Tagliate i carciofi ancora in due parti e metteteli a bagno in acqua fredda e succo di limone.

    Lasciate in ammollo i carciofi per 30 minuti.

    Fate scaldare 4 cucchiai di olio extravergine di oliva insieme a uno spicchio di aglio tagliato a metà e fate insaporire.

    Aggiungete capperi e olive e rosolate qualche minuto poi unite i carciofi ben scolati e asciugati.

    Fate cuocere a fuoco alto per 5 minuti poi sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare poi aggiungete mezzo bicchiere di acqua, abbassate il fuoco, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco medio basso per 20 minuti circa.

    Aggiungete il peperoncino e mescolate.

    Togliete il coperchio e controllate la cottura dei carciofi, dovranno essere abbastanza morbidi ma non sfaldati.

    Servite i carciofi alla napoletana caldi, tiepidi o freddi con prezzemolo tritato fresco sopra.

    VARIANTI E CONSIGLI

    Potete usare sia i carciofi con le spine che i carciofi mammole (quelli senza le spine).

    Potete non utilizzare il peperoncino.

    Le olive per preparare i carciofi alla napoletana dovrebbero essere quelle di Gaeta ma se non le trovate andranno bene anche le classiche olive nere come ho utilizzato io.

    Invece che il vino bianco potete usare per sfumare anche solo acqua.

    Se vi è piaciuta la ricetta per i carciofi alla romana forse potrebbero interessarvi anche i CARCIOFI ALLA SICILIANA o anche i CARCIOFI ARROSTO oppure i CARCIOFI IN PADELLA o anche i CARCIOFI AL FORNO.

Conservazione

I carciofi alla napoletana si conservano in frigo per due o tre giorni.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI  o sul mio account Instagram (QUI) e non perderai nessuna ricetta. Torna allaHOME PAGE

4,4 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright - Allacciate il Grembiule s.r.l ®

Partita iva 02516730997
Tutti i diritti sono riservati. Tutte le foto ed i contenuti presenti in questo sito sono di proprietà esclusiva di Luisa Orizio. E' vietato l'uso per fini commerciali e vietata la modifica. La violazione del diritto d'autore è un reato ed è perseguibile legalmente per furto di proprietà intellettuale.