Il pesto di verza ai pistacchi ci dà la possibilità di gustare quest’ortaggio in un modo diverso dal solito. E’ una preparazione molto saporita, leggera e dal gusto delicato. Può essere utilizzata per creare deliziose tartine da buffet, per farcire torte salate, tramezzini, bruschette; oppure per accompagnare piatti a base di carne, di pesce e crostacei o come condimento per un gustoso piatto di pasta.

Ingredienti

250 gr. di verza priva di scarti

2 cucchiai abbondanti di parmigiano

pepe q.b.

sale fino q.b.

olio extravergine q.b.

20 gr. di pistacchi non salati

Laviamo le foglie di verza (quelle più interne e più tendenti al giallo/bianco sono le più dolci) e priviamole della costa dura. Pesiamole e preleviamo la quantità che ci occorre.

Poniamo le foglie pulite in una pentola colma d’acqua e portiamo a bollore. Lasciamo cuocere la verza, a fiamma bassa, fino a quando le foglie non saranno cotte e tenere.

Scoliamo le foglie e passiamole velocemente sotto l’acqua fredda. Mettiamole in un mixer o frullatore, insieme al formaggio, al pepe macinato e ai pistacchi. Cominciamo a frullare e versiamo l’olio poco per volta, fino ad ottenere una consistenza cremosa, ma non troppo liquida; aggiustiamo di sale. Travasiamo il pesto di verza in un vasetto pulito, copriamolo bene e conserviamolo in frigo. Il pesto di verza si conserva per circa 3/4 giorni al massimo, ben chiuso, nella parte più fredda del frigo.