Salteñas (Bolivia e Argentina)

In Bolivia le empanadas regionali sono conosciute come salteñas.
La differenza con le cugine argentina sta nel ripieno e nella cottura, vengono infatti cotte nel forno anziché fritte.

Le salteñas, che possono essere considerate un vero e proprio piatto nazionale in Bolivia, sono ripiene di uno stufato salato di pollo o carne macinata, patate, uovo sodo, e olive denocciolate o uva passa, racchiuso all’interno di un guscio di farina, sale, burro e acqua.

Vengono consumate calde e il ripieno deve rimanere umido: per questo motivo è spesso aggiunta della gelatina insieme alla carne e alle verdure.

Hanno una forma particolare a “mezza luna” e una cucitura a treccia che attraversa la parte superiore della pasta.
L’impasto ha una tonalità che varia tra il giallo e l’arancio a causa dell’aggiunta dell’anchiote, un condimento indigeno tipico delle pianure del Sudamerica.
Molto spesso vengono servite con la llajua una salsa piccante a base di peperoni andini autoctoni.

Esse vengono cotte in posizione verticale e sono facili da trovare dai venditori ambulanti; si pensa che la prima saltena apparve all’inizio del XIX secolo, ad opera di una argentina di Salta (da qui il nome), che divenne poi la moglie del presidente boliviano

Sono molto popolari anche in Brasile, nella regione dell’Acre, che ha fatto parte della Bolivia fino al 1903.

In Argentina la tradizione del Natale è quella di fare “asado a la parrilla”, ovvero la grigliata di qualsiasi tipo di carne e di preparare quelle che loro chiamano “empanadas salteñas”.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni15 pezzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaSudamericana

Ingredienti

Per la pasta:

500 g farina
100 g burro
1 tuorlo
1 cucchiaio zucchero
1 cucchiaino Anchiote
150 ml acqua (tiepida)
q.b. sale

Per il ripieno:

400 g Carne trita di manzo (Oppure pollo)
1 cipolla
150 g patate
3 uova sode
50 g olive denocciolate (O uvetta )
50 g piselli (Opzionali)
q.b. cumino
1 peperone giallo
5 tazze brodo di manzo
q.b. sale, pepe e olio di oliva

Strumenti

Passaggi

Per il ripieno, soffriggere la cipolla e il peperone giallo. 
Quando sono cotti, aggiungere 4 tazze di brodo di carne e far bollire. 
Aggiungere la carne macinata e cuocere per qualche minuto.

Per il ripieno di pollo:  in una pentola, aggiungere il petto di pollo e 2 litri d’acqua. 
Bollire fino a quando il pollo è cotto. 
Scolare e fare raffreddare su un piatto, poi sminuzzatela

Spegnere il fuoco e aggiungere prezzemolo, patate cotte, i piselli e le uova sode, il pepe, il cumino, le olive denocciolate (o l’uvetta) sale e la rimanente tazza di brodo di manzo. Mettere in un contenitore in frigorifero durante la notte. Ciò consentirà alla gelatina di indurire il ripieno abbastanza da utilizzare un cucchiaio per inserirlo nell’impasto.

Per l’impasto: mischiare la farina, il burro, il sale, lo zucchero il tuorlo di uovo e l’anchiote. Quando l’impasto inizia a diventare denso aggiungere acqua. Formare una palla.
Lasciare in frigorifero a riposare per almeno due ore.

Stendere l’impasto e tagliarlo tondo uno spessore di 1/2 pollice e circa 4 pollici di diametro.
Mettere un cucchiaio di ripieno gelatinoso in ogni giro della pasta, piegarlo a metà e inumidire i bordi del giro con acqua e unire cercando di creare la classica corda.

Cuocere le salteñas, in verticale, con la cucitura in alto, in una teglia infarinata, in forno a 180 gradi per 20 minuti.

 Servire calde.

L’anchiote potete acquistarlo anche on line.

/ 5
Grazie per aver votato!
Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.