Le piadine con esubero di lievito madre e olio extravergine di oliva sono una leggera e gustosa variante delle classiche piadine romagnole. Inoltre questa ricetta rappresenta anche una valida alternativa per poter utilizzare l’esubero di lievito madre. Di solito preferisco realizzarne in base alla quantità di esubero che ho a disposizione, così poi da poterle congelare e utilizzarle all’occorrenza. Queste piadine con esubero di lievito madre risultano molto morbide e profumate, perfette da farcire a proprio gusto o da utilizzare al posto del pane.

Piadine con esubero di lievito madre

Piadine con esubero di lievito madre


Ingredienti

per due piadine grandi

100 g esubero di lievito madre
150 g farina tipo 1
80 g acqua
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
3 g sale fino

Tenere l’esubero di lievito madre (ossia il lievito madre non rinfrescato) un’ora e mezza fuori dal frigorifero, per farlo acclimatare.

In una ciotola sciogliere l’esubero di lievito madre nell’acqua a temperatura ambiente. Poi unire l’olio extravergine di oliva e metà quantità della farina. Iniziare ad impastare (a mano o in planetaria) e poi aggiungere il sale e il resto della farina. Amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido e consistente che non deve attaccarsi alle dita e alla ciotola. Formare una palla e adagiarla in una ciotola, coprirla con un panno e far riposare per un’ora.

Trascorso il tempo di riposo, ricavare dall’impasto 2 palline e con l’aiuto di un mattarello spianarle allo spessore desiderato, cercando di conservare la forma rotonda, ad esempio ci si può aiutare con un piatto: l’ho adagiato sull’impasto e ho rifinito i bordi con un coltello. Se tra la stesura e la cottura dovesse passare troppo tempo, coprire le piadine con un panno per non fargli prendere aria ed impedire di seccare l’impasto.

Riscaldare il testo romagnolo, oppure una padella antiaderente con il fondo ben piatto, e quando è ben calda posare la piadina. La temperatura è giusta se, appena inserita la piadina, questa comincerà debolmente a sfrigolare. Far cuocere qualche minuto e, quando la parte inferiore ha raggiunto la giusta doratura, girarla e cuocere l’altro lato. Farcire e servire calda.

Piadine con esubero di lievito madre

Per la loro realizzazione mi sono ispirata alla ricetta di Puffin in cucina e non solo.

Ha provato questa ricetta:
In cucina con Peppa

Seguimi anche su Facebook per scoprire le nuove ricette. E per vedere le video ricette iscriviti al canale YouTube!

Per ricevere gratis ogni settimana le nuove ricette sulla tua email, iscriviti alla Newsletter.

2 Commenti su Piadine con esubero di lievito madre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.