Panino caprese

La caprese è tra i piatti che più si consumano in estate; un piatto fresco che può diventare un ripieno sfizioso, come nel caso del panino caprese. Con le famose stecche di Jim Lahey si possono realizzare dei fragranti panini con farciture per tutti i gusti. In questo caso, oltre alla mozzarella e al pomodoro fresco, ho condito il panino con una deliziosa crema di melanzane. Per un pranzo alternativo o per una serata tra amici, vi consiglio di realizzare questo panino, accompagnato da una buona birra ghiacciata!

Panino caprese

Ingredienti
per 4 panini

Per i panini:
400 g farina 0 (oppure farina di mais o di crusca)
350 g acqua
60 g circa di olio extravergine d’oliva
3 g sale
3 g zucchero
3 g lievito di birra fresco
3 g circa di sale grosso

farina 0 per la spianatoia
semola rimacinata di grano duro

Per la farcitura:
2 pomodori
2 mozzarelle
crema di melanzane
origano

In una ciotola mescolare la farina con il sale. In una caraffa, stemperare il lievito con l’acqua e lo zucchero, quindi aggiungere un po’ alla volta l’acqua alla farina, amalgamando con una forchetta per circa 30 secondi, fino ad ottenere un composto molto umido e appiccicoso. Coprire con la pellicola e far riposare a temperatura ambiente in un luogo al riparo da correnti d’aria, dalle 12 alle 18 ore fino al raddoppio.

Trascorso questo tempo, trasferire l’impasto sulla spianatoia abbondantemente infarinata. Con l’aiuto di una spatola flessibile ripiegare un lembo di pasta verso il centro e ripiegare anche il lembo opposto. Ripetere l’operazione una o due volte, formare una palla piuttosto schiacciata. Pennellare la superficie con poco olio extravergine e distribuire una piccola quantità di sale grosso, che si dissolverà.

Infarinare abbondantemente un panno di cotone pulito con la semola, trasferirvi l’impasto con la giunzione delle pieghe rivolta verso il basso. Se l’impasto dovesse risultare molto appiccicoso, spolverizzarlo con la semola per impedire che si attacchi al tessuto. Ripiegare i lembi del panno sull’impasto e far riposare ancora, da una a due ore, fino al raddoppio. Vi accorgerete che l’impasto è pronto quando, premendo delicatamente con un dito sull’impasto, rimarrà un’impronta profonda di circa mezzo centimetro; se invece scompare immediatamente, l’impasto deve lievitare ancora.

Trascorso questo tempo, foderare una leccarda con carta da forno ed ungerla con l’olio. Trasferire l’impasto sulla spianatoia infarinata e dividerlo in quattro parti. Stirare delicatamente ciascuna porzione fino a ricoprire l’intera larghezza della leccarda, ottenendo così quattro stecche ed avendo cura di mantenere almeno 2,5 centimetri tra l’una e l’altra. Spennellare la superficie delle stecche con l’olio extravergine e distribuire il sale grosso rimanente. Cuocere in forno preriscaldato a 250° per circa 15-25 minuti, fino a doratura. Lasciare raffreddare 5 minuti sulla leccarda, quindi trasferirle su una griglia fino a raffreddamento completo.

Lavare e mondare i pomodori e tagliarli a fette. Scolare le mozzarelle e tagliare anch’esse a fette sottili, metterle in uno scolapasta per far perdere l’acqua in eccesso. Preparare la crema di melanzane, per la ricetta cliccate QUI.

Dopodiché, procedere alla composizione dei panini: tagliarli a metà e su un lato spalmare la crema di melanzane, adagiare delle fette di pomodoro, delle fettine di mozzarella e spolverizzare con l’origano. Farcire in questo modo tutti i panini e richiuderli con l’altra metà. Rimettere i panini in forno a 200° per altri 5 minuti, per far sciogliere la mozzarella. Buon appetito!

Panino caprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.