Crea sito

Marmellata di Mandarini

Una profumatissima Marmellata di Mandarini, ecco come farla.

Le Marmellate sono sempre buone, specialmente se vengono fatte in casa con buonissimi frutti non trattati e maturati al sole della nostra magnifica terra.

Per fare questa buona e profumata Marmellata di Mandarini ho usato i mandarini di Pompei, raccolti con le mie mani . frutti sugosi e profumati maturati sotto il sole di questa magnifica città che accoglie ogni anno migliaia di visitatori, e non solo per vedere le rovine di un passato così interessante e affascinante di una cultura ormai lontana, ma anche per godere dei profumi e dei sapori dei buoni frutti che questa magnifica terra ci dona: Arance, Mandarini, Limoni e Cedri.

7 frutti per 7 marmellate
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 45 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 3 vasetti da 125 ml
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Mandarini 15
  • Zucchero di canna (o zucchero semolato) 15 cucchiai
  • Rum (o brandy) 5 cucchiai
  • Vanillina 1 bustina
  • Miele millefiori 2 cucchiai

Preparazione

  1. marmellata di mandarini

    Per preparare la Marmellata di Mandarini non ci vuole molto tempo perchè i mandarini sono un frutto che si sbuccia con molta facilità. Quindi, prima lavateli bene, anche se non sono stati trattati, come quelli che ho usato io, poi sbucciateli.

  2. Divideteli a metà in modo trasversale, non nel senso degli spicchi, e liberateli da tutti i semi. Metteteli in una pentola larga pronti per cuocere. Le bucce di 3 mandarini su quidici vanno recuperate e messe a cuocere insieme alla polpa dei mandarini.

  3. Accendete il gas e fate cuocere a fuoco lento con l’aggiunta di mezzo bicchiere d’acqua. Dopo dieci minuti aggiungete anche la vanillina e il brandy o il rum, come preferite. Fate cuocere ancora per dieci minuti e aggiungete il miele e lo zucchero di canna. Fate cuocere a fuoco lento, girando con un cucchiaio di legno, per non far attaccare la marmellata sul fondo.

  4. A quarantacinque minuti dall’inizio della cottura spegnete il gas e aspettate che la marmellata si raffreddi. Appena si sarà raffreddata o comunque non sarà più bollente e fumante, mettetela nel frullatore, frullatela, o se preferite passatela con il passaverdure. Rimettete la marmellata passata al frullatore nella pentola di cottura e riaccendete il gas. Mescolando tenetela ancora al fuoco per cinque minuti.

  5. Ancora calda mettete la Marmellata di Mandarini nei vasetti. A testa in giù metteteli a bollire in una pentola con acqua fino a coprirli del tutto. Far bollire per dieci minuti e lasciar raffreddare i vasetti in ammollo nell’acqua. Scolateli, asciugateli e etichettateli con la data, riponeteli pronti per essere gustati nelle vostre ricette, o semplicemente sulle fette biscottate per una colazione eo per uno sfizioso spuntino.

Note

Anche la Marmellata di arance di Pompei è buonissima

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.