Crea sito

Uso della Curcuma in cucina

Uso della Curcuma in cucina

Come usare la Curcuma in cucina

Bastano solo 2 cucchiaini da tè di curcuma, aggiunti a zuppe, riso, ragù vegetali e pesce, per fare scorta della giusta dose di antiossidanti, necessari giornalmente

Può anche essere utilizzata negli infusi o nel tè verde, cui conferisce un gradevole aroma speziato, e anche nei frullati a base di frutta o di verdure fresche.

La   curcuma sottoposta ad alte temperature, quindi alla cottura, perde i suoi principi attivi, quindi meglio utilizzarla a fine cottura o comunque in preparazione di Ricette aggiunta alla fine della cottura o su pietanze a crudo.

La Curcuma fresca deve essere consumata a crudo; se si adopera quella in polvere deve essere aggiunta alla fine della preparazione, meglio sarebbe stemperarla in acqua tiepida, prima di aggiungerla alle vostre ricette.

La Curcuma è un ottimo ingrediente nella preparazione di di creme, budini, gelati e  nell’impasto di torte, biscotti e dolci, o per la preparazione di bevande come il  “Golden Milk“, una bevanda dai mille benefici, facilissima da preparare in casa.

Il Curry, un mix di spezie di origine indiana: masala,  ha come ingrediente principale la Curcuma.

Dopo aver precisato quale può essere l’uso della curcuma in cucina, vediamo insieme quali sono gli effetti benefici sulla nostra salute.

 

Benefici Effetti della Curcuma dal blog “Bella di Natura”

  1. Contrasta le malattie infiammatorie delle articolazioni e dell’intestino;
  2. Migliora la funzionalità dell’apparato digerente; combatte la difficile digestione, gonfiori addominali, bruciore di stomaco,e contribuisce all’eliminazione dell’Helicobacter pylori, quando la gastrite è provocata da questo batterio.
  3. Contrasta la formazione del colesterolo “cattivo”: LDL; stimola la secrezione della bile, per questo è ottima per i disturbi epatici.
  4. Migliora le funzionalità del cuore, del cervello e del fegato, prevenendo la formazione di diverse forme tumorali;
  5. Morbo di Alzheimer: la curcuma sembra ostacolare la proteina beta amiloide (A-beta), implicata nella progressiva degenerazione delle cellule cerebrali che caratterizza questa forma di demenza.
  6. aiuta anche per semplici dolori come: mal di testa, mal di denti, dolori mestruali, colite.
  7. E’ utile nella prevenzione e nei disturbi dell’invecchiamento, e nel rallentamento del metabolismo che porta a prendere peso più facilmente dopo una certa età, grazie alla sua azione antiossidante.
  8. Rafforza le difese dell’organismo, proteggendo l’organismo dall’attacco di batteri e virus. Cistiti e candidosi beneficiano dell’assunzione della curcuma, dall’azione antibatterica, efficace anche contro i funghi (candida). In poco tempo risolve bruciori e prurito.
  9. Depressione: la curcumina aumenta i livelli di serotonina dopamina, due neurotrasmettitori coinvolti nella regolazione dell’umore, combattendo la depressione.
  10. Piccole ferite, escoriazioni e punture d’insetto: la spezia può anche essere utilizzata esternamente, in quanto è cicatrizzante per piccole ferite ed escoriazioni. Applicata in pasta (cioè diluita con poca acqua naturale o acqua di rose) è utile contro le punture di insetto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.