VELLUTATA DI CAVOLETTI DI BRUXELLES

VELLUTATA DI CAVOLETTI DI BRUXELLES – Ricetta di Piero Benigni – Questa mia preparazione è davvero molto buona e delicata, con un sapore ben diverso da quello tipico dei cavoletti che non tutti amano. Si prepara inoltre senza grassi di sorta ed è ovviamente salutare e sana al massimo grado: la raccomando caldamente a chi ama i piatti e i sapori naturali.
I dieci minuti in cui i cavoletti stanno a bagno nell’acqua acidulata eliminano molto dell’odore tipico, tanto che in cottura non si percepisce quasi più. La patatina serve a dare corpo al piatto senza coprire gli altri sapori, mentre lo scalogno dona il suo ineguagliabile profumo.

Vellutata di cavoletti di Bruxelles
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone

  • 300 gcavoletti di Bruxelles
  • 120 gpatata (una patata piccola)
  • 1scalogno
  • 750 mlbrodo (vegetale o di pollo)
  • q.b.aceto
  • q.b.noce moscata

Per la vellutata di cavoletti di Bruxelles vi serviranno

  • Fornello
  • Casseruola
  • Ciotola
  • Scolapasta
  • Tagliere
  • Coltello
  • Cucchiaio di legno
  • Bilancia

Preparazione

RICETTA DI PIERO BENIGNI

La preparazione di questo piatto è facile, semplice e con risultato garantito. Iniziate col mondare i cavoletti: dovrete recidere il piccolo gambo che resta e così facendo si staccheranno le 2 o 3 foglie esterne, in genere sporche e rovinate. Passateli in un colapasta e lavateli bene sotto l’acqua corrente. Metteteli in un recipiente, copriteli con acqua e aggiungete un cicchetto di aceto, due o tre cucchiai. Teneteli in questo bagno per 10 minuti, muovendoli ogni tanto, poi lavateli ancora sotto l’acqua corrente. I cavoletti sono pronti.

Mentre i cavoletti sono nell’acqua acidulata lavate, pelate e fate a tocchetti la patatina. Tritate anche lo scalogno. Misurate o pesate il brodo, che deve essere 750 ml o grammi. Mettetelo al fuoco e portatelo all’ebollizione, poi aggiungete tutti insieme cavoletti, patata e scalogno. Non mettete nessun tipo di grasso, né olio né burro. Fate cuocere scoperto a fuoco dolce per 20-25 minuti, poi frullate col pimer a immersione fino ad ottenere una crema omogenea.

La vostra vellutata è pronta: assaggiatela e mettetela a punto di sale se necessario, poi grattateci un’ombra di noce moscata. Controllate anche la densità: se fosse troppo soda aggiungete qualche cucchiaio di brodo, mentre se fosse troppo liquida tenetela ancora sul fuoco per farla restringere. Non sono necessarie aggiunte di panna o altro: è squisita così, nella sua semplicità.

Potrete servirla calda o tiepida, in estate anche fredda, con una spolverata di prezzemolo o erba cipollina. Ci si accompagnano bene dei dadini di pane tostato o fritto in pochissimo olio oppure dei dadini di pancetta ben rosolati. Molti mettono del pepe sopra, alcuni anche del formaggio grattato.

Buon appetito!

  1. Vellutata di cavoletti di Bruxelles

    La mondatura dei cavoletti

  2. Vellutata di cavoletti di Bruxelles

    Quando il brodo bolle si aggiungono cavoletti, patata e scalogno

Questa vellutata si conserva per 3 giorni in frigorifero dentro un recipiente ben chiuso o protetta con pellicola alimentare. Si può congelare e dura 3 mesi nel freezer.

Se la ricetta ti piace, clicca QUI e se non c’è già metti il tuo MI PIACE sulla homepage
di Facebook: per me è molto importante e tu riceverai le nuove ricette. Grazie!
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.