Spezzatino alla birra in vasocottura

Morbido e molto aromatico lo spezzatino alla birra in vasocottura. Ecco una ricetta che si prepara in pochi minuti grazie a questa magnifica tecnica! Come sappiamo, oramai, le carni, come il pesce e le verdure, danno il meglio di se cotte in vaso. Il vapore, il sottovuoto, le microonde fanno si che, durante il riposo, la ricetta continui la cottura. Come la facessimo cuocere per ore a fuoco lento… il risultato, dunque, sarà uno spezzatino cotto alla perfezione, con un fondo cremoso e che si può conservare in frigo per molti giorni.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    8 minuti
  • Porzioni:
    4
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • 600 g Spezzatino di vitellone
  • 600 ml Birra chiara
  • una Cipolle bianche (grossa)
  • 4 cucchiai Olio extravergine d’oliva
  • Un rametto Rosmarino
  • un cucchiaio Pepe rosa in grani (Raso)
  • 4 pizzichi Sale

Preparazione

  1. Pelate e affettate la cipolla a velo. Scaldate in una larga padella l’olio, unite la cipolla e fate imbiondire a fuoco basso.

    Tagliate in piccoli pezzetti la carne, alzate la fiamma e unitela alla cipolla, fatela rosolare per qualche minuto. Sfumate la carne dello spezzatino con 200 ml della birra. Salate, unite i grani di pepe e gli aghi di rosmarino. Mescolate e spegnete.

    Distribuite la carne in 4 vasetti da 500 ml o 750 ml, unite per ogni vasetto 100 ml di birra.

    Pulite i bordi dei vasetti, chiudete e agganciate. Programmate il vostro microonde a 800 watt (o alla potenza che impiegate per cuocere), inserite un vasetto e avviate la cottura per 8 minuti. Qualora dovesse bollire troppo forte, abbassate i watt del microonde e cuocete per 10 minuti.

Dove mi trovi?

Ti piacciono le mie ricette in vasottura? Vuoi rimanere aggiornato sulle nuove ricette?? Seguimi nella pagina ufficiale Facebook NEL TEGAME SUL FUOCO!

Se vuoi ricevere assistenza per iniziarti al mondo di questa TECNICA, allora iscriviti nel mio gruppo IL MONDO IN UN VASETTO, troverai tanti appassionati e una guida.

Precedente Pasta alle verdure cremosa Successivo Pasta con melanzane e mozzarella

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.