Vellutata di zucca alle spezie

Corroborante, aromatica, cremosa e buonissima, é la vellutata di zucca, un comfort food facilissimo da realizzare e perfetto per le fredde serate d’inverno. Oltre ad essere buonissima, la vellutata di zucca, grazie alle spezie che la insaporiscono, é anche molto salutare e leggera. La curcuma e lo zenzero, infatti, sono, tra l’altro, dei potentissimi e riconosciuti antinfiammatori; il rosmarino, invece, ha notevoli proprietà digestive eupeptiche. Le spezie aggiunte (giusto un pizzico per ciascuna) non devono coprire il sapore della zucca, ma accompagnarlo ed esaltarlo. E’ una pietanza perfetta anche per i vegetariani.

Ingredienti per 2 porzioni

1/2 kg di zucca pulita

2 carote piccole

un pizzico di zenzero fresco grattugiato

un pizzico di curcuma fresca grattugiata

una decina di aghi di rosmarino

sale grosso q.b.

2 bicchieri d’acqua

pepe macinato q.b.

yogurt naturale bianco o panna fresca q.b.

grissini o crostini sbriciolati q.b.

1) Puliamo la zucca da scorza e semi e tagliamola a cubettoni. Laviamo le carote ed eliminiamo le estremità. Tagliamo a cubettoni anch’esse.

2) Mettiamo la zucca e le carote in una pentola, uniamo le spezie, il sale e l’acqua che non dovrà superare le verdure. Copriamo e lasciamo cuocere per circa 20 minuti a fiamma dolce; poi, togliamo il coperchio , alziamo un po’ la fiamma e lasciamo che quasi tutta l’acqua si assorba. Assicuriamoci che le verdure siano diventate morbide ma, assolutamente, non schiacciamole con forchetta o forchettone che sia.

3) Scoliamo perfettamente le verdure e mettiamole in un frullatore (conserviamo quel poco di acqua che é rimasta nella pentola; potrebbe servirci per diluire un po’ la vellutata nel caso in cui la volessimo più morbida).

4) Frulliamo fino ad ottenere una purea liscia. Versiamo la vellutata nelle singole ciotole o piatti, aggiungiamo del pepe macinato fresco che aiuterà l’organismo ad assorbire la curcumina presente nella curcuma.

5) Per condire la nostra profumatissima vellutata, versiamo un filo di panna fresca o di yogurt naturale al centro di ogni singola porzione e, con uno stecco di legno, partendo dal centro, disegniamo una spirale. Sbricioliamo, infine, dei grissini o dei crostini in modo grossolano e aggiungiamoli a piacere in ogni singolo piatto per dare una nota piacevole di croccantezza.

Precedente Crostini con carpaccio di zucchine grana e aceto balsamico Successivo Cotolette facili di funghi