Crea sito

Rose di pasta brioche all’olio ripiene

Oggi vi propongo un dolce molto molto soffice, senza lattosio, arricchito da marmellata di arance e mandarini cinesi fatta in casa, che può essere realizzata con lievito di birra fresco o secco. Sono le rose di pasta brioche all’olio, preparate senza burro né latte. Sono buonissime, golosissime, coreografiche, perfette come centrotavola edibile per la tavola delle feste o per le occasioni speciali. Questa ricetta, come la maggior parte delle mie ricette, può essere personalizzata, usando ciò che più vi piace e che avete già in casa. So che questi sono giorni molto “particolari” e nel mio piccolo, con queste “rose”, vorrei solo portare un po’ di dolcezza e di intrattenimento per tutti coloro che mi leggono e mi seguono. Ce la faremo tutti insieme, un abbraccio da Gabriella di Miele Farina & fantasia.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni9/10 rose
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Pre-impasto o lievitino

  • 100 gFarina Manitoba
  • 80 mlAcqua
  • 5 gLievito di birra fresco (oppure 2 gr. di lievito di birra in polvere)

Impasto

  • pre impasto lievitato
  • 500 gFarina Manitoba
  • 200 mlAcqua (oppure succo fresco di arancia)
  • 8 cucchiaiZucchero
  • 4Tuorli
  • 90 mlOlio di semi leggero
  • 1 gSale fino
  • q.b.Scorza d’arancia e limone grattugiata
  • 7 cucchiaiMarmellata di arance
  • 1 cucchiainoLiquore

Preparazione

  1. Tutti gli ingredienti dovranno essere a temperatura ambiente.

    N.B I tempi di lievitazione dipendono dalla forza del lievito e dalla temperatura ambiente.

    Prepariamo innanzitutto il pre impasto o lievitino che dir si voglia, che contribuirà a mantenere la sofficità delle nostre rose di pasta brioche all’olio anche col passare del tempo.

    1* fase

    Sciogliamo il lievito di birra con un cucchiaio d’acqua (preso dalla quantità indicata, ossia 80 ml.). Aggiungiamo in sequenza la farina setacciata e il resto dell’acqua. Mescoliamo per bene fino ad ottenere un composto morbido e appiccicoso che lasceremo lievitare fino al raddoppio (nella terrina o nella ciotola dell’impastatrice dove lo abbiamo lavorato), ben coperto con pellicola per alimenti trasparente.

    2* fase

    Prepariamo l’impasto vero e proprio. Quando il pre- impasto avrà raddoppiato il suo volume, aggiungiamo l’acqua prevista per l’impasto e sciogliamolo; otterremo un composto liquido. A questo punto uniamo metà farina setacciata e metà zucchero, il sale fino e gli aromi (scorza d’agrumi grattugiata e liquore). Aggiungiamo prima di tutto due tuorli e iniziamo ad impastare.

    Non appena i due tuorli saranno stati assorbiti dall’impasto, uniamo il resto della farina, dello zucchero e infine gli altri due tuorli. Non appena gli ingredienti saranno stati tutti assorbiti completamente, versiamo lentamente l’olio di semi. Il procedimento dell’impasto richiederà in totale circa 15 minuti (sia a mano che con la planetaria). Se useremo un’impastatrice (con gancio a foglia), dovremo spegnerla di tanto in tanto per raccogliere l’impasto sul fondo della ciotola e rivoltarlo. In questo modo non solo avremo un impasto omogeneo ma, soprattutto, non si surriscalderà.

    L’impasto di questa pasta brioche si presenterà molto morbido e piuttosto appiccicoso, ma, infarinando le mani ed il tavolo da lavoro, sarà comunque facile da lavorare.

    A questo punto rovesciamo il panetto su un tavolo oliato leggermente oppure infarinato con poca semola di grano duro che aiuta ad asciugare gli impasti. Stendiamolo col mattarello, cercando di ottenere una forma più rettangolare e più regolare possibile dello spessore di circa 4-5 mm. Spennelliamo la sfoglia con la marmellata di arance, arrivando fino ad 1 cm. circa dai bordi esterni.

    Dopodiché, arrotoliamo la sfoglia più stretta possibile, partendo dal lato lungo e facendo in modo che la chiusura si trovi sotto. Otterremo un lungo cilindro dal quale taglieremo (cercando di non schiacciare troppo la pasta brioche) dei pezzi più o meno delle stesse dimensioni e peso (circa 5 cm.).

    Appoggiamo le “rose”, distanti un dito l’una dall’altra, in uno stampo rotondo o rettangolare con carta forno, facendo attenzione che la chiusura si trovi contro la parete dello stampo (per evitare che le rose si aprano in cottura).

    Copriamole ben bene senza però che vengano toccate da pellicola o altro, e lasciamole lievitare ancora una volta fino al raddoppio.

    Inforniamole, poi, in forno freddo, impostando la temperatura a 170*, a metà altezza, per 25 minuti circa o fino a quando le rose di pasta brioche all’olio non saranno diventate ben gonfie e dorate. La cottura con partenza a freddo farà in modo che le brioche cuoceranno più lentamente, senza calore eccessivo e mantenendo tutta la loro caratteristica morbidezza. Ovviamente non tutti i forni sono uguali, per cui controlliamo sempre la cottura. Spegniamo, sforniamole subito, per evitare che il calore residuo le secchi troppo e trasferiamole su una griglia per farle raffreddare.

    Queste sofficissime brioche possono essere spolverizzate con dello zucchero a velo oppure con una glassa di acqua, succo di frutta e zucchero a velo; oppure albume e zucchero, e così via.

     

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.