Castagnaccio alla napoletana.

Il castagnaccio alla napoletana, nella versione che vorrei proporvi, é un dolce autunnale a base di crema di castagne (fresche) e cacao racchiusa in un guscio di deliziosa pasta frolla. E’ morbido, profumato, semplicemente goloso. Esistono molte versioni di questo dolce campano: con farina di castagne e cioccolato fondente, con la sugna, con o senza pasta frolla, e così via. Questa ricetta mi é stata passata tempo fa da una simpatica signora che mi fece assaggiare questo dolce di cui non conoscevo neppure l’esistenza, nonostante io sia campana. Per la pasta frolla ho seguito la ricetta che utilizzo solitamente. Se vogliamo rendere questo dolce privo di glutine e di lattosio basterà preparare sia il ripieno che la pasta frolla con prodotti specifici (io faccio entrambe le versioni).

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni12
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la pasta frolla

  • 300 gfarina 00 ( oppure farina di riso o mix per celiaci)
  • 2tuorli freddi di frigo
  • 1uovo intero medio freddo di frigo
  • 100 gburro freddo di frigo (anche senza lattosio)
  • 100 gzucchero semolato
  • 1 pizzicosale fino
  • q.b.scorza grattugiata di agrumi

per il ripieno

  • 400 gcastagne fresche sbucciate
  • q.b.acqua
  • 1 pizzicosale grosso
  • 2 fogliealloro
  • 400 mllatte (anche senza lattosio)
  • 35 gcacao amaro in polvere (anche senza glutine)
  • 200 gzucchero semolato
  • 1 cucchiainoacqua millefiori o liquore Strega
  • 1 pizzicosale fino

Preparazione

  1. Prepariamo il ripieno del castagnaccio.

    Mettiamo in una pentola le nostre castagne, private della buccia esterna, un cucchiaino raso di sale grosso e 2 foglie di alloro. Copriamo con acqua e portiamo a bollore.

    A partire dal primo bollore, lasciamo cuocere le castagne per circa 45-60 minuti, a seconda della grandezza, a fiamma bassa; le castagne sono pronte quando potranno essere infilzate con una forchetta.

    Spegniamo e, facendo attenzione a non ustionarci, eliminiamo la pellicina esterna con un coltellino. Mettiamo le castagne pelate in un frullatore con il latte e misceliamo fino ad ottenere un composto cremoso e liscio.

    Trasferiamo il composto in una pentola, uniamo il cacao setacciato, il sale, lo zucchero, l’acqua millefiori (o lo Strega).

    Cuociamo la nostra crema a fiamma bassa, per 20 minuti circa, mescolando spesso con un cucchiaio di legno o una frusta d’acciaio. Dovremo ottenere una consistenza compatta ma non troppo dura né troppo liquida. La crema diventerà più soda man mano che si raffredderà.

    Spegniamo, spolverizziamo la superficie della crema con un velo di zucchero semolato (per evitare che si formi una fastidiosa crosta) e lasciamola raffreddare completamente.

    Prepariamo la pasta frolla. Setacciamo la farina e mettiamola in una terrina larga e bassa, insieme a tutti gli altri ingredienti. Impastiamo velocemente per non surriscaldare il burro, utilizzando una spatola, fino a formare un panetto che copriremo con pellicola trasparente e metteremo in frigo per almeno un’ora.

    Trascorso il tempo accendiamo il forno a 180*.

    Riprendiamo il panetto di pasta frolla dal frigo e appoggiamolo su carta forno. Aiutandoci con un mattarello, stendiamolo dello spessore di un paio di millimetri, aiutandoci con un po’ di farina se fosse necessario.

    Trasferiamo la carta forno con la sfoglia direttamente nella teglia. Pareggiamo i bordi della crostata e mettiamo da parte gli avanzi, che useremo per formare le strisce per la decorazione.

    Farciamo con la crema di castagne e cacao, livelliamola per distribuirla uniformemente e decoriamo il castagnaccio con le strisce ricavate dalla pasta frolla avanzata.

    Inforniamo il castagnaccio alla napoletana a metà altezza, per circa 25 minuti; a cottura ultimata sforniamolo e lasciamolo raffreddare. Spolverizziamolo con zucchero a velo solo quando sarà ben freddo.

    L’idea in più. Consiglio di prepararle il castagnaccio alla napoletana almeno con un giorno di anticipo per apprezzarne al meglio sapori e profumi.

    Bon appetit

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.