Crea sito

Polpettone freddo di tonno e patate ricetta facile e sfiziosa

Era tanto che avevo in mente di provare a realizzare il polpettone freddo di tonno e alla fine mi sono decisa! Confesso che ero un po’ scettica sul risultato e invece sono rimasta piacevolmente sorpresa dal gusto delicato che regala già al primo assaggio. E’ davvero semplicissimo preparare il polpettone freddo di tonno e patate e non bisogna accendere né forno né fornelli per cuocerlo. Si conserva in frigo per due-tre giorni e può essere consumato come antipasto o secondo. Allora vi ho convinto? Prepariamo insieme questo polpettone freddo di tonno davvero sfizioso!

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Zucchine sott’olio croccanti
Insalata di ceci con feta e olive
Torta di biscotti senza cottura con nocciole e pistacchi
Salsa greca con aglio cetrioli e yogurt
Cake al limone farcita con crema di limone senza lattosio
Semifreddo pistacchio e Nutella

polpettone di tonno e patate
  • CostoEconomico
  • Porzionicirca 10-12 persone
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gpatate (lessate)
  • 320 gtonno sott’olio (ovvero 4 scatolette da 80 gr, peso sgocciolato 52 gr)
  • 2 cucchiaiparmigiano Reggiano DOP
  • 50 gmaionese
  • q.b.limone (grattugiato)
  • q.b.prezzemolo tritato
  • q.b.capperi sott’aceto (opzionale)
  • 2acciughe sott’olio (opzionale)
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Per preparare il vostro polpettone freddo di tonno cominciate col pelare le patate, lavarle bene sotto l’acqua e tagliarle a tocchetti.

  2. Lessate le patate in acqua bollente e leggermente salata per almeno 20 minuti. Devono diventare tenere, vi basterà fare la prova con i rebbi di una forchetta.

  3. Il tempo di cottura può variare in base alla dimensione che avete dato alle patate, più sono grandi e più tempo occorre per cuocerle 😉

  4. Una volta cotte versate le patate in un colino per scolarle bene. Successivamente metterle in una ciotola e schiacciarle per bene con una forchetta fino ad ottenere una purea.

  5. A questo punto fate intiepidire le patate e, nel frattempo, mettete a scolare il tonno in un setaccio per perdere tutto l’olio in eccesso.

  6. Se preferite potete ovviamente usare tonno al naturale invece del tonno sott’olio.

  7. Quando le patate saranno ormai tiepide aggiungere il tonno che avrete schiacciato con una forchetta, unire 2-3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, 5-6 capperi a seconda dei vostri gusti (se non vi piacciono potete non metterli) e 2-3 acciughe (solo se vi piacciono) tagliuzzate.

  8. Aggiustate di sale e unite un paio di manciate di prezzemolo fresco tritato. Aggiungere la maionese (circa 3 cucchiai) e la scorza grattugiata di mezzo limone.

  9. Vi consiglio di assaggiare un cucchiaino di composto per vedere se è necessario aggiungere altro sale o spezie. Ora con una spatola dovete amalgamare per bene il tutto fino ad ottenere un composto abbastanza compatto ma pur sempre morbido.

  10. A questo punto stendete un foglio di carta forno su un piano, sopra versate il composto e dategli la forma di un polpettone aiutando con le mani e con la carta forno.

  11. Cercate di compattarlo il più possibile e poi avvolgetelo con la carta forno e richiudetelo per bene alle estremità, come fosse una caramella.

  12. Riponete in frigo per tutta la notte. Il tempo di riposo è necessario affinchè il composto diventi compatto e si possa tagliare a fette.

  13. Il giorno dopo prima di servire togliete dal frigo, eliminate delicatamente la carta forno, sistematelo su un tagliere e affettate il vostro polpettone di tonno.

  14. Fate attenzione perchè è comunque delicato. Per evitare di rompere le fette bagnate la lama di un coltello per tagliarlo.

  15. Decorate con foglie di basilico fresco, o menta o maggiorana e portate in tavola. Et voilà, il vostro gustosissimo polpettone di tonno e patate è pronto per stupire tutti! Buon appetito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!) e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.