GALLETTE NORVEGESI

Le gallette norvegesi sono una sorta di crackers fatti con semi vari, fiocchi di avena, crusca di avena e farina integrale. Non vi so dire se quella che segue è la ricetta originale, io so solo che sono buonissimi così come quelli confezionati che un po’ di tempo fa mi è capitato di comprare. In quell’occasione, pensai subito a replicarle e per farlo mi sono affidata solo alla lista di ingredienti sul retro della confezione e ad un pò di improvvisazione. Le gallette norvegesi sono croccantissime e golosissime, perfette sia per sani spuntini sia per accompagnare altre pietanze a pranzo o cena e non contengono latte, uova e lievito. Sono sicura che anche voi come me, una volta assaggiate le rifarete tante altre volte, non solo perché sane e genuine ma soprattutto perché molto più buone di tantissimi altri snack confezionati. Da provare!

Gallette norvegesi
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni20 pezzi
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 50 gSemi di sesamo
  • 50 gSemi di zucca
  • 50 gSemi di lino
  • 50 gSemi di girasole
  • 50 gFiocchi di avena
  • 100 gCrusca di avena
  • 100 gFarina integrale
  • 250 gAcqua
  • 50 mlOlio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainoSale

Preparazione delle gallette norvegesi

  1. Questi buonissimi crackers sono molto facili e veloci. Pesate i semi e le farine e versatele in una ciotola. Unite il sale, l’olio e l’acqua. Mescolate bene. Il composto finale dovrà risultare poco denso, quindi se lo vedete molto liquido aggiungete altra acqua e mescolate sempre.

  2. Sistemare un foglio di carta da forno su una placca o altra teglia e versatevi il composto. Con l’aiuto di una cucchiaio o di una spatola stendete bene il composto fino ad ottenere uno spessore sottile di circa 3 mm. Preriscaldate il forno a 180° in modalità statico, dopodiché con una rotella per pizze o un coltello tagliate la sfoglia in tanti pezzi della forma e dimensione che preferite. Fate cuocere per circa 30 minuti o comunque fino a quando le gallette non saranno dorate e croccanti.

  3. Sfornate e lasciate raffreddare prima di conservare i crackers norvegesi in un contenitore chiuso, ovviamente se ve ne avanzeranno! Potete anche variare gli ingredienti, aggiungendo altri semi o usando altre farine e mantenendo sempre le proporzioni ingredienti secchi/liquidi. Buonissime!

  4. Gallette norvegesi

Note

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.