Crea sito

Torta Mimosa

Dolce classico della pasticceria, soffice e fresca è adatta in qualsiasi stagione, ideale per cerimonie e compleanni può essere arricchita con una nota alcolica (Grand Marnier, limoncello, ecc.,) o della frutta fresca.
Io la preferisco così, aromatizzata semplicemente con arancia e limone e una farcia a base di crema pasticcera e panna montata.

  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il Pan di Spagna:
  • 150 gZucchero
  • 1Limone (biologico)
  • 1Arancia (biologica)
  • 4Uova (medie)
  • 2 cucchiainiEstratto di vaniglia
  • 150Farina 00
  • 20 gFecola di patate (o ancora farina 00)
  • 8 gLievito in polvere per dolci (mezza bustina)

Ingredienti per la farcitura

  • 500 mlLatte
  • 90 gZucchero
  • 70 gAmido di mais (maizena)
  • Scorza di limone
  • 1 cucchiainoEstratto di vaniglia
  • 2Uova (medie)
  • 250 mlPanna fresca liquida

Preparazione

  1. Accendere il forno a 180° modalità statico.

    Imburrare e rivestire con carta forno il fondo e le pareti di uno stampo apribile del diametro di cm 22 (anche 18 o 20 vanno bene).

  2. In una terrina versare lo zucchero, la scorza del limone e dell’arancia. Se vogliamo dare più colore all’impasto uniamo anche mezzo cucchiaino di curcuma.

  3. In una ciotola dai bordi alti rompere le uova ( devono essere a temperatura ambiente) con una frusta elettrica lavoriamo qualche istante e poi versiamo lo zucchero aromatizzato e l’estratto di vaniglia, montare alla massima velocità per 4 minuti.

  4. Setacciare in una terrina la farina, la fecola e il lievito e unire in due tempi al composto di uova e zucchero, lavorando a bassa velocità fino ad amalgamare bene il tutto.

    Trasferire il composto nello stampo e cuocere nel forno preriscaldato per 30/35 minuti circa, fare la prova stecchino per assicurarsi che sia cotto perfettamente.

    Togliere il pan di Spagna dal forno e capovolgerlo su una gratella, lasciandolo nello stampo, fino al completo raffreddamento.

  5. Una volta raffreddato dividere in tre dischi la torta, il terzo disco ritagliarlo a quadratini che sfregheremo tra le mani per dare l’effetto mimosa e terremo da parte fino al momento della decorazione.

  6. Preparare la crema:

    scaldare a fuoco basso il latte in un pentolino, in un altro pentolino abbastanza capiente mettere lo zucchero, l’amido, le due uova, la scorza di un limone e l’estratto di vaniglia, mescolare energeticamente con una frusta fino ad amalgamare bene.

    Aggiungere a filo e un po’ per volta il latte caldo mescolando continuamente, rimettere il tutto sul fuoco a fiamma bassa e cuocere per circa 3 minuti o comunque fino a quando avrà raggiunto la consistenza desiderata, sempre mescolando.

    Mettere da parte la crema spolverando sulla superficie un po’ di zucchero.

    Una volta raffreddata la crema pasticcera lavorarla qualche istante a bassa velocità con la frusta elettrica e poi incorporare con una spatola e molto delicatamente la panna che avremo montato a parte fino ad ottenere una crema soffice e uniforme.

  7. Preparare la bagna: mescolare 100 ml di succo di arancia con 50 ml di succo di limone, 50 ml di acqua e un cucchiaio di zucchero.

    Prendere un piatto da portata e adagiare il primo strato di pan di Spagna con la parte tagliata rivolta verso l’alto.

    Versare con un cucchiaio metà circa della bagna e poi spalmare uno strato di crema livellando bene con una spatola.

    Sovrapporre il secondo strato di pan di Spagna sempre con la parte tagliata verso l’alto. Bagnare la superficie come prima e poi stendere la crema rimanente coprendo anche i lati della torta.

    Decoriamo con tutta la torta con i quadratini ad effetto mimosa.

    Conservare in frigorifero e consumare entro due giorni.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità. Ho lavorato come dirigente sportivo nel settore giovanile del rugby per molti anni, e penso che in cucina si vivano i “terzi tempi” più importanti della vita. Nel 2019 è nata la mia prima collaborazione con il gruppo cameo in qualità di Brand Ambassador, che mi ha permesso di realizzare degli work shop di "My Dolce Casa".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.