Crea sito

Straccetti di pollo ai funghi porcini

Questi straccetti di pollo sono un secondo molto semplice da realizzare, bastano pochi e semplici accorgimenti per esaltare l’aroma dei funghi porcini.
Il risultato finale dipenderà molto dalla qualità dei funghi secchi, acquistate prodotti biologici o non trattati, in questo modo potrete utilizzare l’acqua dell’ammollo per insaporire la preparazione.
Solitamente accompagno gli straccetti con del purè di patate, se volete qualcosa di più originale potete preparare delle patate duchessa come vedete nella foto.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gpollo (a fette )
  • 20 gfunghi secchi (porcini)
  • 1/2 spicchioaglio
  • 1 cucchiainoprezzemolo tritato
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1 cucchiainofecola di patate
  • q.b.sale e pepe

Preparazione

  1. Sciacquare i funghi e metterli in ammollo per 30 minuti in acqua tiepida (circa 400 ml).

    Trascorso il tempo dell’ammollo scolarli e metterli da parte e conservare l’acqua.

    Tagliare il pollo a striscioline e metterlo a marinare nell’acqua dell’ammollo per circa 1 ora in frigorifero.

    Una volta marinata scolare la carne e scaldare il liquido in un pentolino.

    In una padella rosolare in un paio di cucchiai di olio con lo spicchio d’aglio (io lo spremo con l’apposito attrezzo), versare i funghi e cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti.

    Unire il pollo e proseguire la cottura aggiungendo man mano un po’ di acqua dell’ammollo, quasi al termine stemperare nel liquido la fecola per addensare il fondo.

    A cottura ultimata assaggiare, regolare di sale e di pepe e aromatizzare con del prezzemolo fresco tritato.

    Servire caldo.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità. Ho lavorato come dirigente sportivo nel settore giovanile del rugby per molti anni, e penso che in cucina si vivano i “terzi tempi” più importanti della vita. Nel 2019 è nata la mia prima collaborazione con il gruppo cameo in qualità di Brand Ambassador, che mi ha permesso di realizzare degli work shop di "My Dolce Casa". Nel 2021 ho ricevuto l'attestato di "Cesarina" della regione Lombardia per la salvaguardia e la divulgazione dei piatti della tradizione italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.