PANINI AL LATTE

Se volete preparare panini al latte sofficissimi avete trovato la ricetta giusta. Nel post anche un trucco per lievitati che si conservano soffici a lungo.

Vi trovate di fronte ad una ricetta praticamente universale, infatti potete utilizzare questi panini sia per preparazioni dolci che salate. Potete farcirli con la nutella oppure con prosciutto e formaggio, con la marmellata oppure con tonno e pomodoro. Potete mangiarli semplici, a morsi. Oppure potete utilizzarli al posto del pane per accompagnare insalate, piatti di carne o di pesce. Insomma, di questi pani potete farne tutto ciò che desiderate!

Volete sapere qual è il trucco per ottenere lievitati super soffici che si conservano soffici a lungo? Il trucco è la pazienza: pazienza nell’impastarli tanto e bene e pazienza nel farli lievitare per molte ore in frigorifero.

Se non avete pazienza di aspettare lievitazioni notturne in frigorifero e volete preparare i panini al latte nell’arco di un solo pomeriggio, utilizzate un cubetto intero di lievito di birra fresco. Otterrete comunque un ottimo prodotto, panini sofficissimi e leggeri.

Se avete pazienza di aspettare una lievitazione notturna in frigorifero, utilizzate 8 g di lievito di birra. Otterrete panini super iper soffici e leggeri che conserveranno intatta la propria sofficità per più giorni.

Più sotto troverete sia il procedimento per la lievitazione notturna in frigorifero sia il procedimento per la lievitazione veloce in giornata.

 

PANINI AL LATTE SOFFICISSIMI ricetta pane al latte morbidissimo
PANINI AL LATTE SOFFICISSIMI ricetta pane al latte morbidissimo

Panini al latte

 

COSA SERVE?

  • 500 g di farina 0
  • 260 ml di latte freddo
  • 50 g di burro morbido
  • 40 g di acqua tiepida
  • 30 g di zucchero
  • 8-25 g di lievito di birra fresco (1 cubetto)
  • 10 g di sale fino

 

PANINI AL LATTE SOFFICISSIMI ricetta pane al latte morbidissimo
PANINI AL LATTE SOFFICISSIMI ricetta pane al latte morbidissimo

 

COME SI PROCEDE?

Preparare l’impasto del pane al latte. Sciogliere il lievito in acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero, farlo riposare per 10 minuti in modo che si attivi (per scoprire tutti i segreti della attivazione del lievito di birra cliccare QUI ). In una scodella capiente oppure nella planetaria, versare il latte e il sale e mescolare in modo da sciogliere il sale. Aggiungere quindi la farina a pioggia ed iniziare ad impastare, quindi inserire anche il lievito attivato ed impastare per farlo assorbire dall’impasto. Incorporarvi lo zucchero ed impastare ancora fino a completo assorbimento dello zucchero. A questo punto, sempre impastando, aggiungere un cucchiaio di burro per volta all’impasto. Non aggiungere il cucchiaio successivo fino a che il precedente non sia stato completamente assorbito dall’impasto. Quando tutto il burro è stato assorbito, impastare ancora un pò in modo da ottenere un panetto liscio ed elastico (non deve appiccicarsi alle mani).

Coprire l’impasto del pane al latte con un panno oppure con pellicola trasparente e far riposare per 1 ora.

Formare i panini. Dividere l’impasto in 8 panetti più piccoli. A ciascun panetto dare la forma di un cilindro della lunghezza di un dito o poco più.

Adagiare i panini così ottenuti in una teglia rivestita di carta forno distanziandoli tra loro. Spennellare la superficie dei panini con dell’acqua.

Coprire i panini al latte con un panno oppure con pellicola trasparente e far lievitare a temperatura ambiente fino al raddoppio di volume se avete scelto la lievitazione veloce in giornata oppure far lievitare in frigorifero fino al mattino seguente se avete scelto la lievitazione notturna in frigorifero.

Se avete scelto la lievitazione notturna in frigorifero, al mattino successivo togliere i panini dal frigorifero e lasciarli a temperatura ambiente per 1-2 ore prima di infornarli.

Infornare i panini al latte in forno già caldo a 200°C per circa 10-15 minuti in base alla potenza del forno e alla grandezza dei panini.

Sfornare e servire oppure avvolgere quando si saranno raffreddati completamente chiuderli in un contenitore ermetico in modo da preservarne al meglio la sofficità.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente PLUMCAKE CACAO E CANNELLA Successivo CREMA DI PATATE