Montanare fritte

A Napoli friggere è un’arte e le montanare fritte solo una delle più tipiche usanze della friggitoria napoletana. Non esiste preparare la pizza e non lasciare da parte un pò di impasto per friggere qualche montanare, è usanza che ogni famiglia napoletana osserva volentieri e con piacere.

Le montanare non sono altro che impasto di pizza modellato a forma di disco, fritto in olio bollente e poi farcito con pomodoro parmigiano e basilico, alcuni aggiungono anche una fettina di mozzarella ma non è indispensabile.

Quella delle montanare è un’arte che va di pari passo con l’arte della pizza. Per ottenere una buona montanara è importante lavorare bene l’impasto ed evitare di sgonfiarle post lievitazione nell’atto di immergerle nell’olio bollente. Se siete persone pazienti, vi consiglio di utilizzare il mio impasto pizza 30H che vi consentirà di ottenere pizze e montanare ottime come quelle della pizzeria grazie alla lievitazione in frigorifero. Se siete impazienti e preferite preparare un impasto veloce che nell’arco di un pomeriggio sia anche lievitato e pronto per essere fritto spiegherò anche come friggerle facilmente senza sgonfiarle evitando quindi di vanificare la lievitazione in modo da ottenere delle montanare napoletane fritte soffici e alte.

 

MONTANARE FRITTE NAPOLETANE | pizza fritta | ricetta tipica campana
MONTANARE FRITTE NAPOLETANE | pizza fritta | ricetta tipica campana

Montanare fritte

 

COSA SERVE?

  • Per l’impasto delle montanare napoletane:
    500 g di farina
    320 g di acqua tiepida
    10 g di lievito di birra fresco
    10 g di sale fino
    1 cucchiaino di zucchero semolato
  • Per farcire :
    Sugo di pomodoro semplice q.b.
    Parmigiano grattugiato q.b.
    Foglie di basilico fresco per decorare
    Mozzarella in fette q.b.

 

MONTANARE FRITTE NAPOLETANE | pizza fritta | ricetta tipica campana
MONTANARE FRITTE NAPOLETANE | pizza fritta | ricetta tipica campana

 

COME SI PROCEDE?

Attivare il lievito di birra. Sciogliere il lievito di birra in 50 g di acqua tiepida e zucchero e far riposare 10 minuti in modo che si attivi ( per scoprire tutti i segreti della attivazione del lievito di birra cliccare QUI ).

Preparare l’impasto della pizza. Sciogliere il sale nella restante parte di acqua tiepida, aggiungere la farina e iniziare ad impastare. Incorporare quindi anche il lievito di birra attivato e impastare ancora fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico.

Coprire il composto così ottenuto con un canovaccio pulito e far riposare per un’ora.

Formare le montanare. Per praticità di cottura vi consiglio di tagliare tanti quadrati di carta forno e posizionarli in una teglia, staccare un pezzettino di impasto, formare un disco con le mani del diametro di circa 6-7 centimetri e poggiare ciascun disco su un quadrato di carta forno. Coprire la teglia con un canovaccio e far lievitare fino al raddoppio di volume.

Friggere le montanare napoletane. In abbondante olio bollente di arachidi friggere i dischi di pasta lievitati con la carta forno. La carta forno si staccherà dai dischi dopo qualche secondo e potrà essere tolta con le pinze da cucina. Friggere le montanare girandole ogni tanto con la schiumarola in modo da garantire una cottura uniforme. Passare poi le montanare su carta assorbente.

Farcire le montanare fritte napoletane. Su ogni montanara napoletana fritta mettere un paio di cucchiai di sugo di pomodoro semplice, spruzzare di parmigiano grattugiato e decorare con qualche foglia di basilico fresco. Volendo, potete aggiungere anche una fettina di mozzarella.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente BISCOTTI ALLE MELE Successivo POLPETTE DI RICOTTA AL SUGO