CRISPELLE DI RISO DOLCI

Le crispelle di riso dolci sono deliziose zeppoline fritte a base di riso tipiche soprattutto della zona del Catanese. Preparate “all’uso benedettino” sono ricoperte di miele. Si preparavano tipicamente per il 19 Marzo, in occasione della festa di San Giuseppe; ma attualmente sono presenti tutto l’anno nei negozi e sulle tavole siciliane. In alcune zone della Sicilia questi dolci fritti vengono poi ricoperti soltanto con dello zucchero a velo, a Catania invece si fa una colata di miele (in particolar modo miele di arancia, ma va bene qualsiasi tipo di miele) a fine cottura e le zeppoline di riso si mangiano poi con le mani per leccarsi pure le dita!

La nascita di questo dolce tipico Siciliano si fa risalire al XVI secolo nel convento delle suore benedettine di Catania, è per questo che le crispelle sono anche definite all’ uso Benedettini, in onore di chi le ha create.

La ricetta originale delle crispelle siciliane prevede l’utilizzo del lievito di birra, ma oggi vanno sempre più diffondendosi anche ricette di crispelle senza lievito. La ricetta delle crispelle senza lievito è identica a quella delle crispelle col lievito, basta semplicemente omettere il lievito di birra nell’impasto e friggere subito le frittelle di riso senza aspettare la lievitazione di due ore.

 

CRISPELLE DI RISO DOLCI ricetta zeppoline di riso catanesi
CRISPELLE DI RISO DOLCI ricetta zeppoline di riso catanesi

Crispelle di riso dolci

 

COSA SERVE?

  • 250 g di riso Arborio
  • 300 ml di latte intero
  • 300 ml di acqua
  • 135 g di farina 00
  • 70 g di zucchero semolato
  • 10 g di lievito di birra fresco (facoltativo)
  • buccia grattugiata di 3 arance
  • 1 presa di cannella in polvere
  • 1 pizzico di sale fino
  • miele (preferibilmente di arancia) q.b. per decorare

 

 

CRISPELLE DI RISO DOLCI ricetta zeppoline di riso catanesi
CRISPELLE DI RISO DOLCI ricetta zeppoline di riso catanesi

 

 

COME SI PROCEDE?

Cuocere il riso. In una pentola portare a bollore acqua e latte, aggiungere quindi un pizzico di sale e il riso e cuocere il tutto a fuoco basso fino a che il riso non avrà completamente assorbito i liquidi di cottura. Mescolare spesso durante la cottura.

Togliere il riso dal fuoco e aggiungere lo zucchero e la cannella. Mescolare bene il tutto.

Versare il riso in una teglia rivestita di carta forno e stenderlo in modo che si raffreddi più velocemente. Farlo riposare per 15 minuti.

Preparare il composto delle crespelle. Aggiungere la farina, la buccia grattugiata di arancia e il lievito di birra sciolto in un cucchiaio di acqua tiepida (volendo si può omettere il lievito). Lavorare il composto fino ad uniformarlo.

Coprire il composto così ottenuto con la pellicola trasparente e farlo lievitare per 2 ore (solo se si è utilizzato il lievito di birra nell’impasto, altrimenti saltare questo passaggio e friggere direttamente le crispelle senza farle prima lievitare).

Formare le zeppoline di riso. Prendere un cucchiaio di impasto e con le mani formare un cordoncino sottile e lungo circa 10 centimetri. Ripetere il procedimento per tutte le zeppole fino ad esaurimento del composto.

Cuocere le crispelle siciliane in abbondante olio bollente di arachidi a fuoco basso in modo che possano cuocere bene fino al cuore e dorarsi perfettamente all’esterno senza scurirsi troppo.

Scolare le crispelle catanesi con una schiumarola e adagiarle su un piatto rivestito di carta assorbente.

Decorare le crispelle col miele. Passare poi le crespelle dolci in un vassoio e colarvi sopra il miele sciolto in poca acqua tiepida.

Per non perdere nessuna ricetta visitate anche la mia pagina facebook L’inventaricette, In cucina con Maria

Precedente PETTO DI POLLO AL MANDARINO Successivo FRITTELLE MELE CREMA E UVETTA