Chiffon cake

chiffon cake

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Avete mai desiderato fare un figurone presentando un semplice dolce?

Avete mai desiderato mangiare una buona fetta di torta senza avere troppi sensi di colpa dopo…?

Avete mai desiderato che il vostro dolce abbia un bell’aspetto, fette alti e soffici soffici?

Scommetto di si! 🙂

Allora ecco il dolce che fa per voi, una torta adatta ad ogni occasione che vi fara’ fare una bellissima figura… e tutti vi chiederanno la ricetta…perche’ vorranno riassaggiarla..rifarla presto,anzi prestissimo!

Per questa ricetta serve uno stampo per chiffon -angel cake, troverete la foto in fondo; uno stampo coi “piedini” per capovolgere il vostro composto una volta cotto in modo che “prenda” aria ..e rimanga straordinariamente soffice…come una nuvola.

QUESTO DOLCE RICHIEDE UNA PARTICOLARE ATTENZIONE NEL DIVIDERE E MESCOLARE GLI INGREDIENTI…per il resto sara’ semplicissimo!

ingredienti:

300g di farina  “0”

300g di zucchero finissimo bianco (io lo passo nel mixer prima di utilizzarlo)

1 bustina di lievito vanigliato

6 uova grandi

290 ml di acqua

130 ml di olio di semi di girasole

1 bustina di cremor tartaro

1 pizzico di sale

zucchero a velo q.b.

 

Procedimento:

preparare tutti gli ingredienti sul banco da lavoro.

Prendere gli ingredienti secchi ,avendo cura di setacciare la farina, seguita dal lievito ,lo zucchero ed il pizzico di sale e mescolare.

Separare i tuorli dagli albumi, e metterli in due contenitori divisi e capienti.

Nel contenitore con i tuorli aggiungere l’acqua e l’olio ,incorporare poi gli ingredienti secchi che avevamo precedentemente mescolato e setacciato e lavorare per qualche minuto a mano o con fruste elettriche (preferibilmente) fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Lasciamo questo composto da parte per un attimo e prendiamo il contenitore con gli albumi.

Lavoriamo con le fruste elettriche gli albumi,fino a renderli chiarissimi, aggiungiamo poi il cremor tartaro e montiamo questo composto a neve ferma.

Quando avrete montato albumi e cremor tartaro a neve ferma ,prendete l’altro composto,nell’altro contenitore,ed iniziate ad unirli (versate negli albumi il composto coi tuorli e gli altri ingr.), incorporateli delicatamente,senza smontare gli albumi, mescolate quindi lentamente ,utilizzando preferibilmente un leccapentole, continuate l’operazione fino a quando otterrete un composto unico liscio ed omogeneo.

Versare ora l’impasto nello stampo appostito che NON andra’ né imburrato , né unto,mi raccomando!

Cuocere in forno per 60-70 minuti a 160°,in forno gia’ caldo.

A cottura ultimata,estrarre dal forno il dolce nello stampo e capovolgerlo subito (a testa in giu’), fare raffreddare almeno una-due ore ,passato questo tempo,aiutatevi con un coltello a lama sottilissima e sfilate il dolce dallo stampo; adagiatelo su un alzata e spolveratelo con zucchero a velo.

Potete accompagnare questa torta con panna montata fresca, crema pasticcera, o una salsina agli agrumi, secondo me al limone sarebbe perfetta!

Chiffon cake

 

foto

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti, seguimi su Facebook , e clicca mi piace 🙂

 

 

Print Friendly, PDF & Email

18 Commenti su Ricetta: Chiffon cake

    • 🙂 cara prendilo, vedrai che risultati con la chiffon , lo trovi anche on line su un sito di acquisti molto molto conosciuto a prezzo accessibile 😉

    • mmm si, diciamo cosi’ anche se il risultato non rende in sofficità. Puoi provare con uno stampo anche non a ciambella, a bordi particolarmente alti, meglio se a cerniera. devi trovare la soluzione per capovolgerlo e lasciarlo cosi il tempo necessario, da una a due orette; trova la soluzione per tenere lo stampo con all’interno la torta cotta sospeso, affinche’ l’aria possa passare sotto ed areare il dolce 🙂

      • non mi resta che acquistarlo.. diam 24 è quello giusto?? non vedol’ora di assaggiarla !!

  1. buongiorno!! adoro fare le torte e questa mi ispira tanto,però ho una domandina:dove trovo il cremor tartaro???GRAZIE

    • ciao isella, nei supermercati si trova facilmente, in bustine , nel settore dolci, io l ho trovato anche in un supermercato piccolo, rispetto alle grandi catene dove non mancherà’ sicuramente, il cremor tartaro non e’ altro che un agente lievitante, ma essenziale per la buona riuscita di questa torta. Fammi sapere e buona giornata 🙂

  2. Ciao, questa torta è davvero invitante e vorrei proprio farla, mi viene solo un dubbio….se non imburro e infarino lo stampo siamo poi sicuri che si riesca a staccare? sulle pareti si può staccare con un coltello a lama sottile, ma sul fondo?
    E come mai c’è questo divieto assoluto di imburrare lo stampo?
    Grazie per la tua eventuale risposta e complimenti per il dolce bellissimo!!!!

    • Il divieto nasce dal fatto che lo stampo nasce apposta, vedi , capovolgendo il dolce, e lasciandolo raffreddare anche per due ore, senza remore, si incorporerà di aria, conferendo alla chiffon la sua sofficità, quando andrai delicatamente a premere sul fondo dello stampo , spingendo la torta , vedrai che scivolerà piano piano, le pareti dello stampo non saranno pulite, ma il dolce non sarà rovinato. Questo stampo, ha il fondo rimovibile, a cono, il coltello lo dovrai usare solo per aiutarti a staccare , delicatamente, la base della torta. Fai raffreddare bene , segui il passo passo, usa lo stampo giusto, e vedrai che tutto filerà liscio 🙂

  3. Io che ho avuto il piacere di assaggiarla posso dire che non puo’non piacere, perfino a una tradizionalista come la mia mamma che come dolce concepisce solo la classica torta di mele, davanti alla chiffon ne ha mangiate addirittura due fette!

    • Hai proprio ragione , è una torta che nella sua semplicità risulta unica e irresistibile 🙂

I Commenti sono chiusi.