Crea sito

Ravioli di borragine e ricotta

Erano almeno due anni che volevo preparare i ravioli di borragine e ricotta ma non riuscivo a reperirne le foglie.
La pasta fresca ripiena mi piace particolarmente e la preparo spesso, specialmente i ravioli cacio e pepe, quelli di mele burro e salvia, con asiago, radicchio e noci e molti altri. Oggi finalmente aggiungerò al repertorio anche questi di borragine e ricotta.
La borragine è una pianta che nasce spontanea, anche ben riconoscibile grazie ai suoi bellissimi fiori blu a forma di stella, ma io, nel timore di confordermi e portar in casa qualcos’altro, preferisco sempre acquistare quel che conosco bene.
Quest’anno ho risolto il problema piantando i semi in un grande vaso a cassetta e a metà Settembre la pianta ha iniziato a crescere e fiorire.
Credevo di dover attendere la primavera prima di poter cucinare la mia borragine invece con gioia ho potuto preparare i tanto desiderati ravioli in questo primo week-end di Ottobre.
Non avendo idea di come fosse il sapore della borragine li ho perfarli ho scelto di preparare il ripieno semplicemente con ricotta, formaggi e foglie della pianta senza aggiungere spezie se non un pizzico di pepe nero.
Sarà l’entusiasmo di aver realizzato finalmente questi ravioli, di assaggiato un piatto nuovo o la lunga attesa prima di poterlo fare ma questi ravioli sono, per il mio gusto, uno dei più buoni che io abbia mai preparato.
Sono semplicissimi da realizzare, e grazie al sapore delicato e fresco della borragine,che può ricordare quello del cetriolo, rusultano non solo deliziosi e sfiziosi ma nche molto chic e raffinati.
Sono certa che vi piaceranno.

ravioli alla borragine
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la sfoglia

  • 3Uova medie
  • 300 gFarina 00

Per il ripieno

  • 150 gRicotta di pecora
  • 150 gBorragine
  • 15 gParmigiano Reggiano DOP
  • 15 gPecorino
  • q.b.Sale
  • q.b.Pepe nero

Strumenti

  • Impastatrice
  • Spianatoia
  • Sfogliatrice
  • Rotella
  • Pentola
  • Cucchiaino
  • Forchetta

Preparazione

  1. ravioli alla borragine

    Preparate la sfoglia all’uovo. Nella ciotola dell’impastatrice con il gancio a foglia montato, unite le uova con la farina e impastate per qualche minuto. Appena il composto inizia a prendere consistenza sostituite la foglia con il gancio a spirale e continuate a lavorare fino a quando non otterrete un panetto compatto e omogeneo. Avvolgete il panetto nella pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per 30 minuti.

  1. Lavate accuratamente la borraggine. Portate ad ebollizione una pentola di acqua leggermente salata, tuffateci la borragine e lasciatela cuocere per 10-12 minuti. Scolatela e lasciatela raffreddare. Una volta fredda strizzatela bene con le mani in modo che non rimanga acqua e trasferitela in una insalatiera. Unite la ricotta, il parmigiano, il pecorino, un pizzico di sale fino e una macinata di pepe. Impastate bene il tutto per amalgamare.

  1. Riprendete la sfoglia all’uovo dal frigorifero e dividete il panetto in due parti. Lasciatene uno avvolto nella pellicola. Tagliate in due il panetto rimasto e, con la macchinetta sfogliatrice, stendetene una parte partendo dallo spessore più grande fino ad arrivare al penuntimo, passando per tutti gli spessori intermedi. La sfoglia dovrà essere sottile ma non velata.

  1. ravioli di borragine


    Aiutandovi con due cucchiaini depositate, lungo la striscia di sfoglia ottenuta, tante palline di ripieno, distanziandole tra di loro di circa 3 cm. Stendete l’altra metà del panetto e mettetecela sopra. Passando e pressando con le dita tra un raviolo e l’altro fate uscire tutta l’aria che si sarà formata, questo farà si che in fase di cottura i ravioli non si aprano facendo fuoriuscire il ripieno. Scorrendo sulla sfoglia con la rotella tagliapasta separate i ravioli ai ravioli poi premendo con i rebbi di una forchetta sigillate tutt’intorno.
    Al momento di consumarli i ravioli di borraggine e ricotta andranno cotti in acqua bollente salata per pochi minuti, fin quando non salgono a galla.

Proprietà e controindicazioni

La borragine è pianta ricca di vitamine e minerali ed ha molte proprietà benefiche per l’organismo. E’ un potente antinfiammatorio, un toccasana per la pelle ed è consigliata a chi soffre di pressione alta. Tuttavia ha anche delle controinicazioni, in quanto contiene anche delle sostanze epatotossiche che rendono necessaria la bollitura delle foglie prima di consumarle. Durante la bollitura tali sostanze vengono inibite e neutralizzate. La bollitura è inoltre necessaria per eliminare la fitta peluria che ricopre le foglie. Non bisogna farne un consumo eccessivo ed è sconsigliata a chi soffre di patologie epatiche e in gravidanza.

Conservazione

I ravioli di borragine possono essere congelati crudi. Spolverizzate un vassoio con abbondante semola, depositateci dentro i ravioli distanziandoli in modo che non si tocchino e riporre il vassoio in freezer per 1 ora . Trascorso questo tempo trasferite i ravioli nelle bustine apposite e riporli in freezer. Consumare entro 3 mesi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.