Crea sito

Arancini cavolo rosso, speck, gorgonzola e noci

L’idea di questi arancini cavolo rosso, speck, gorgonzola e noci l’ho avuta dopo aver cucinato per la prima volta il risotto col cavolo rosso, mirtilli e gorgonzola. Quel risotto era talmente buono da stimolarmi la fantasia. Due giorni dopo gli arancini avevano preso forma e passavano a pieni voti l’esame di squisitezza con amici e familiari.
Io e mio marito organizziamo spesso delle serate pizza con gli amici e ogni volta preparo qualche frittino sfizioso e qualche bruschetta per antipasto. In queste occasioni ho fatto i classici arancini siciliani, i supplì al telefono, le olive ascolane, le classiche crocché di patate e quelle con le cime di rapa.
Bruschette poi a non finire: con melanzane e mozzarella, prosciutto e pesche, caprino e fichi e molte altre.
E ora questi arancini tanto semplici da preparare quanto golosi da mangiare e d’effetto da vedere.
Da servire come antipasto per tutte le occasioni, deliziano con gusto e al primo morso rivelano all’interno un brillante colore viola/blu che stupisce e conquista i commensali. Il cuore di speck, gorgonzola e noci poi è una goduria unica.
Potete dargli una forma allungata,come ho fatto io, munendovi dell’apposito accessorio oppure la classica forma rotonda che è sempre perfetta, in qualunque caso gli arancini riscuoteranno sempre un gran successo.
Seguitemi in cucina, iniziamo a prepararli.

arancini cavolo rosso
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni6 arancini medi
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 150 gRiso vialone nano
  • 70 gCavolo rosso
  • 60 gGorgonzola
  • 500 mlBrodo vegetale
  • q.b.Sale
  • 1Cipolla piccola
  • q.b.Vino bianco per sfumare
  • 1 cucchiaioParmigiano Reggiano DOP

Per panatura e frittura

  • 1Uovo grande
  • q.b.Pangrattato
  • q.b.Olio di semi di girasole

Strumenti

  • Casseruola
  • Cucchiaio
  • Ciotola
  • Piatto
  • Schiumarola
  • Vassoio
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Preparate il brodo vegetale e tenetelo in caldo. Spellate la cipolla e affettatela finemente. Tagliate il cavolo rosso a listarelle poi trasferitelo in un mixer e frullatelo.

  2. In una caseruola fate scaldare un filo di olio extravergine, unite la cipolla e lasciatela appassire per qualche minuto dopodichè aggiungete il riso e fatelo tostare per 2-3 minuti. Sfumate con il vino bianco e lasciatelo evaporare a fiamma vicace dopodichè abbassate la fiamma. Aggiungete un mestolo di brodo vegetale e una parte del cavolo tritato, mescolate e portate a cottura il riso aggiungendo, un poco alla volta, altro brodo vegetale e altro cavolo rosso frullato. Il riso alla fine dovrà risultare molto asciutto altrimenti non si compatterà bene per dar forma agli arancini. A cottura ultimata mantecate il riso con una 15 g di gorgonzola.

  3. Trasferite il riso in un piatto piano, allargatelo un poco e lasciatelo raffreddare. Una volta raffreddato il riso aggiungete il parmigiano grattugiato e mescolate un istante.

  1. Preparate il ripieno. In una ciotola unite il gorgonzola rimanente con lo speck ridotto a cubetti piccoli e i gherigli di noci tritati. Con una forchetta lavorate il composto per amalgamare.

  1. arancini cavolo rosso

    Prendendo un poco di riso alla volta date forma agli arancini mettendo al centro di ognuno un cucchiaino di ripieno. Man mano che sono pronti passate gli arancini prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Scaldate abbondante olio di semi in un pentolino e friggete gli arancini fin quando non risulteranno ben dorati. Prelevateli con una schiumarola o un mestolo forato e trasferiteli su carta assorbente ad asciugarsi dell’olio in eccesso. Trasferite gli arancini speck, gorgonzola e noci in un vassoio da portata e servite in tavola.

Conservazione

Gli arancini si possono congelare crudi seguendo questa procedura: Deponeteli in un vassoio ben spolverizzato si semola o farina distanziandoli tra di loro in modo che non possano toccarsi. Trasferite il vassoio in freezer per 90 minuti. Trascorso questo tempo potete trasferire gli arancini negli appositi sacchetti e riporli nuovamente in freezer. Si consevano per tre mesi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.