Frittelle con farina di castagne e cacao

La castagna è un frutto utilizzato fin dall’impero romano e che, a partire dal medioevo, è stato il perno dell’alimentazione quotidiana, sopratutto delle classi meno abbienti. Diffusa sopratutto in territorio montano, dove la coltivazione del frumento era più difficile, la castagna integrava una dieta normalmente povera e monotona.

Oltre al consumo del frutto fresco o secco, le castagne da sempre sono state utilizzate anche per produrre farina, da lavorare come un qualsiasi cereale. Durante i periodi di carestia la farina di castagne sostituiva il frumento per ricavarne pane, oppure si utilizzava per farne polenta, da accompagnare con il latte caldo o da friggere nel burro una volta raffreddata; ottima con marmellata di susine. Sempre con la farina di castagne si realizzavano torte salate, gnocchi e frittelle per Carnevale.

Da un’antichissima ricetta Piemontese, che risale addirittura alla metà del 1800, prendono spunto queste frittelle con farina di castagne e cacao. Naturalmente in origine non veniva utilizzato il cacao, un ingrediente all’epoca ancora molto “esotico” e piuttosto costoso.

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Economico

Ingredienti

  • 50 g Farina di castagne
  • 50 g Farina 00
  • 25 g Cacao amaro in polvere
  • 30 g Zucchero
  • 100 ml Latte
  • 1 Uova
  • 1/2 cucchiaino Lievito in polvere per dolci
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • q.b. Zucchero a velo vanigliato
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

  1. Preparare le frittelle di farina di castagne e cacao è semplicissimo: anzitutto setacciate in una ciotola le due farine e il cacao. Unite lo zucchero, il lievito e un pizzico di sale.

    Sbattete l’uovo e incorporatelo a filo mescolando il composto con una frusta elettrica o a mano. Aggiungete poco per volta anche il latte continuando a sbattere con la frusta, finchè il composto sarà omogeneo e piuttosto denso, simile all’impasto di una torta.

    Riscaldate abbondante olio in una padella profonda e tuffateci dentro il composto prelevandolo con un cucchiaino (non fate le frittelle troppo grosse, perchè data la presenza del lievito queste tenderanno a gonfiare parecchio). Fate dorare bene le frittelle da entrambi i lati, quindi prelevatele con una schiumarola, fate scolare bene l’olio in eccesso e mettete tutte le frittelle a sgocciolare su un foglio di carta da cucina.

    Quando tutte le frittelle sono pronte trasferitele in un piatto da portata, cospargetele con lo zucchero a velo e servitele.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.