Crea sito

POLLO FRITTO

Pollo fritto impanato, ma a dire il vero anche al forno. Come si fa il pollo fritto perfetto? Non so voi ma io guardo spesso i film e le serie televisive americane e vedo sempre i protagonisti mangiare le coscette di pollo fritto e si vede che sono davvero buonissime anche se non si sente il profumo. La cucina italiana è decisamente più buona di quella di tutto il resto del mondo ma il pollo fritto americano deve essere davvero troppo buono…io ho provato a farlo e, a dirla tutta alla fine ho usato la ricetta di mia nonna che di americano non aveva proprio nulla anzi, era super siciliana e come faceva il pollo lei signori miei mi dispiace non c’è americano che tenga, nemmeno per il pollo fritto. Se anche a voi il pollo fritto di mia nonna vi attira tantissimo dovete provarlo e fatemi sapere, come è davvero quello americano non lo so, ma come è venuto questo potete chiederlo a Bb che ne ha mangiato ben 2 cosce…e con le mani ovviamente!!!
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

POLLO FRITTO
  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 8 Fusi di pollo
  • Farina 00
  • Pangrattato
  • 2 Uova
  • Sale
  • Olio di semi di arachide

Preparazione

  1. POLLO FRITTO CON O SENZA PELLE

    Per iniziare decidete se volete cuocere il pollo fritto con o senza la pelle…non cambierà molto a livello di ricetta, è solo una questione di gusto personale.

    Io la preferisco con la pelle mentre Simo preferisce senza quindi di solito faccio metà in un modo e metà nell’altro.

  2. IL TRUCCO

    Se volete non far staccare la panatura dal pollo fritto in cottura dovrete passare bene tutti i fusi di pollo nella farina prima di impanarli.

    Decidete se togliere o meno la pelle e passate tutti i fusi di pollo nella farina oppure metteteli in un sacchetto da congelo riempito di farina, chiudete e sbattete bene.

    Altro trucco...dopo la panatura mettete i fusi in freezer per 5 minuti.

    LA PANATURA

    Sbattete in una ciotolina le due uova intere e passate i fusi di pollo infarinati.

    Scolate dall’uovo in eccesso e mettete il pollo nella ciotola insieme al pangrattato premendo bene con le mani in modo da far aderire bene la panatura.

    Ripetete una seconda volta questo passaggio quindi ripassate i fusi di pollo già impanati nell’uovo e poi di nuovo nel pangrattato.

  3. LA COTTURA DEL POLLO FRITTO

    Fate scaldare abbondante olio di semi per friggere e, quando sarà ben caldo, mettete a cuocere i fusi di pollo impanati girandoli spesso e facendoli cuocere per 15/20 minuti circa fino a che saranno dorati.

    Scolate il pollo fritto dall’olio e asciugatelo con carta assorbente.

    Servite il pollo ben caldo.

VARIANTI E CONSIGLI

  1. Potete fare il pollo fritto ANCHE AL FORNO: mettete i fusi di pollo impanati su un tegame con carta forno, spruzzateli di olio extravergine di oliva e cuoceteli in forno preriscaldato a 220° per 50 minuti circa.

    Potete rendere la panatura ancora più saporita aggiungendo un pochino di parmigiano grattugiato e prezzemolo tritato. Potete leggere la mia PANATURA PERFETTA.

    Potete fare anche una sola panatura.

    Se avete tempo dopo la panatura mettete il pollo in freezer per 5 minuti, in questo modo la panatura si attaccherà ancora meglio al pollo.

    L‘olio deve essere caldo ma non eccessivamente altrimenti l’esterno del pollo cuocerà troppo in fretta e all’interno potrebbe rimanere crudo.

    Se vi è piaciuta questa ricetta forse potrebbero interessarvi anche le COTOLETTE DI POLLO AL FORNO oppure il POLLO COME IN ROSTICCERIA o anche i BASTONCINI DI POLLO CROCCANTE.

Conservazione

Il pollo fritto si conserva in frigo per due giorni. Potete scaldarlo in forno a 200° per 10 minuti. Potete congelarlo.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI e non perderai nessuna ricetta. Torna alla HOME PAGE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.