Crea sito

CESTINO DI PANE

Cestino di pane come farlo e come conservarlo ci avete mai pensato? Durante le feste, qualsiasi esse siano, spesso invitiamo amici e parenti a casa per pranzo o per cena a festeggiare con noi e ovviamente non può mancare in tavola il cestino del pane ma avete mai pensato di farlo voi in casa? Sapete che è semplicissimo? Ovviamente il cestino del pane potete poi mangiarlo a fine cena ma potete anche fare come me, farlo seccare e poi tenerlo per le cene future già pronto. La ricetta per il cestino di pane è davvero semplicissima e con il passo passo fotografico che vi ho preparato vedrete che sarà davvero un gioco da ragazzi prepararlo. Non potete capire che scena fa quando lo metterete in tavola, tutti i vostri ospiti vi faranno una marea di complimenti per il vostro cestino di pane fatto in casa e non dovrete nemmeno preoccuparvi che si abbini perfettamente con la tovaglia perchè in questo caso ogni tovaglia va bene no? Riempite il vostro cestino di pane con tanti tipi di pane diversi e con grissini o focaccia farete un figurone. Allora volete provare a preparare insieme a me il cestino di pane? Correte a leggere tutti gli ingredienti e iniziamo subito a fare il nostro cestino di pane! Ah… Non perdete le dirette in pagina (QUI) e il mio account Instagram (QUI)
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

CESTINO DI PANE
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti

Ingredienti

  • 350 gfarina 00
  • 250 mlacqua
  • 150 gfarina Manitoba
  • 15 mlolio extravergine d’oliva
  • 12 gsale
  • 4 glievito di birra fresco
  • 1tuorlo

Preparazione

  1. CESTINO DI PANE

    Scaldate leggermente l’acqua e scioglietevi il lievito di birra fresco.

    Mettete le due farina in una ciotola e fate un buco al centro.

    Unite il lievito di birra sciolto nell’acqua insieme all’olio e al sale e iniziate a mescolare poi impastate energicamente per almeno 10 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo e compatto.

    Coprite l’impasto con un canovaccio pulito e lasciatelo lievitare per circa 2 ore.

    Rivestite una ciotola di ceramica (non di plastica perché andrà in forno) con carta argentata e spennellatela con olio extravergine di oliva.

    Riprendete l’impasto, sgonfiatelo con le mani e stendetelo con il matterello fino ad avere uno spessore di circa mezzo centimetro.

    Tagliate tante strisce di impasto larghe un dito circa con un coltello affilato.

    Iniziate a disporre le strisce sopra alla ciotola rivestita di carta argentata intrecciandole nel centro.

    Appiattite il centro in modo che non sia troppo in rilievo altrimenti dopo la cottura il cestino di pane non starà in piedi.

    Mettete altre strisce questa volta in senso orizzontale e intrecciandole con quelle in verticale creando due o più righe.

    Dividete l’impasto avanzato in due parti e create due salsicciotti.

    Intrecciate i salsicciotti di impasto uno con l’altro e metteteli sulla base della ciotola attaccati agli altri chiudendola alle estremità.

    Spennellate tutto il cestino di pane con tuorlo sbattuto e lasciate riposare per 30 minuti.

    Cuocete il cestino di pane in forno statico a 180° per 30 minuti circa fino a che sarà bello dorato e cotto.

    Fate raffreddare completamente il cestino di pane prima di toglierlo delicatamente dalla ciotola e poi riempitelo con tanti tipi di pane diversi.

    VARIANTI E CONSIGLI

    Potete utilizzare lievito di birra secco ne basterà 1 grammo e potrete metterlo direttamente nelle farine.

    Potete utilizzare tutta farina 0 o tutta 00.

    Potete sostituire una delle due farine con farina integrale.

    Potete mangiare il cestino di pane o farlo seccare in ambiente asciutto per conservarlo per molti mesi (senza poi mangiarlo ovviamente)

    Se vi è piaciuta la ricetta per il cestino di pane forse potrebbero interessarvi anche il PANE CAFONE o anche il PANE SENZA IMPASTO oppure i PANINI FURBI o anche il PANE CIABATTA.

Conservazione

Il cestino di pane fatto in casa potete mangiarlo entro due o tre giorni oppure farlo seccare e conservarlo senza mangiarlo per molti mesi.
Seguimi sulla pagina facebook cliccando QUI  o sul mio account Instagram (QUI) e non perderai nessuna ricetta. Torna allaHOME PAGE

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.