Ciambella marmorizzata speciale

Ciambella marmorizzata speciale, un dolce per la prima colazione genuino e delizioso, realizzato appunto con un ingrediente speciale. Vediamo se indovinate di cosa si tratta!

ciambella marmorizzata

Mi piace viziarmi a colazione e mi diverte inventare sempre dolci diversi sfidando mio marito ad indovinare cosa ho usato per realizzarli.

In questa occasione ho preparato una ciambella marmorizzata che alla mia dolce metà piace molto ma l’ho voluta reinterpretare sostituendo il burro con l’olio extravergine di oliva mentre il classico cacao in polvere è stato rimpiazzato dalla farina di carrube di Perniola Alimenti. Ovviamente se non disponete della farina di carrube potete usare il cacao in polvere, di seguito vi indico anche questa alternativa.

Il marito inizialmente pensava fosse cacao e mio figlio, che generalmente è restio ad assaggiare le novità, l’ha gradita molto anche lui, quindi esperimento riuscito!  😎

Le carrube hanno un gusto che richiama quello del cacao con la differenza di essere più ricche di proprietà nutritive e meno caloriche. Inoltre la farina di carrube non contiene glutine quindi può rappresentare un ingrediente prezioso per chi soffre di celiachia e desidera realizzare delle ricette originali.

chef artù

Per realizzare la ciambella ho usato uno stampo monouso della Chef Artù, di 20 cm di diametro come quelli che vedete in foto. Non è necessario nè imburrare nè infarinare. Se usate uno stampo più grande aumentate un po’ le dosi in proporzione.

 

 

Ingredienti per ciambella marmorizzata speciale (stampo da 20 cm di diametro)

220 g di farina bianca

50 g di fecola

2 cucchiai di farina di carrube (oppure di cacao amaro)

180 g di zucchero (190 g se usate il cacao amaro, perché la farina di carrube è più dolce)

3 uova

60 ml di olio extravergine di oliva

120 ml di latte

1 bustina di lievito per dolci

ciambella marmorizzata

Preparazione

Come detto prima, ho usato uno stampo da 20 cm di diametro, quindi se usate uno stampo più grande aumentate le dosi in proporzione.

Montare le uova con lo zucchero.

Aggiungere l’olio a filo mescolando delicatamente con una spatola o un cucchiaio di legno.

Poi unire la farina, la fecola e il lievito setacciati e continuare a mescolare sempre a mano evitando di smontare le uova.

Dividere l’impasto in due metà.

In una delle due aggiungere la farina di carrube che dovete prima passare al mixer perché essendo più umida della farina tende a raggrumarsi un po’. Se non avete la farina di carrube utilizzate il cacao in polvere.

Se usate uno stampo tradizionale provvedete ad imburrarlo ed infarinarlo, altrimenti se usate uno come quello in foto non è necessario. La ciambella verrà fuori aiutandosi con la punta di un coltello.

Versate nello stampo prima l’impasto chiaro e poi quello scuro, successivamente passate una forchetta nell’impasto stesso per ottenere l’effetto marmorizzato.

Cuocere in forno pre-riscaldato statico a 180 °C per 30 minuti (nel caso di uno stampo più grande sarà necessario qualche minuto in più).

Noi abbiamo preferito consumarlo così ma se gradite, potete aggiungere un po’ di zucchero a velo.

ciambella marmorizzata

Print Friendly, PDF & Email
[socialring]

Può interessarti anche:

Ciambella al latte e cacao

ciambella latte e cacao

Se ti è piaciuta la ricetta e vuoi ricevere gli aggiornamenti sulle prossime, vai alla pagina facebook del blog e clicca su “Mi piace”

Gli sfizi di Manu

Mentre preparate questa ricetta vi consiglio l’ascolto di:

Precedente Spaghetti gamberi e pesto di asparagi Successivo Pasta frolla croccante al mais

4 commenti su “Ciambella marmorizzata speciale

  1. Ciao! Buona la ciambella! Domanda: cosa vuol dire “passate la forchetta?”. Appena ho un po ‘ di tempo la provo, vediamo se mi riesce!
    Ciao e grazie
    Selene (lericettedelsecco.blogspot.it)

    • glisfizidimanu il said:

      Ciao Selene! Prima di tutto grazie e poi vedo che anche tu hai un blog, passo a farti una visita subito 😉 Mi riferisco al fatto che se si vuole ottenere l’effetto marmorizzato occorre passare in modo circolare la forchetta nell’impasto (dopo aver versato sia il chiaro che lo scuro nello stampo). Grazie a te e fammi sapere se la provi 😉

    • glisfizidimanu il said:

      Ciao Maddalena e benvenuta! Ti ringrazio tanto per i complimenti e se hai consigli o vuoi condividere le tue ricette da buona barese (e non solo) puoi farlo sulla pagina Facebook del blog. A presto!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.