Calamarata: pasta con i calamari alla napoletana

Calamarata 1La calamarata è un primo piatto tipico della cultura gastronomica Partenopea: profumatissimo, genuino e dal gusto inconfondibile! Per realizzarla occorrono calamari, pomodorini e la tipica pasta dalla forma omonima che ricorda appunto gli anelli di calamaro. La sua preparazione è velocissima è il risultato assicurato! Preparala per una cenetta romantica o un pranzo all’insegna del profumo di mare: non te ne pentirai!

Ingredienti per 3 persone

  • 240 g di pasta calamarata preferibilmente trafilata al bronzo (in alternativa paccheri)
  • 400 g di calamari (o totani)
  • 400 g di pomodorini pachino o datterino
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi di aglio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2-3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 pezzettino di peperoncino fresco o una spolverata di peperoncino secco
  • prezzemolo fresco q.b

Vino consigliato

  • Falanghina del Sannio Cantine Sebastianelli

Calamarata_vino consigliato Falanghina del Sannio Cantine SebastianelliPreparazione

  1. Pulire con attenzione i calamari, lavarli e tagliarli ad anelli di circa 1,5 cm (se non sai come pulire i calamari consulta la mia guida qui).
  2. Spellare gli spicchi di aglio.
  3. Lavare i pomodorini, asciugarli e tagliarli a metà.
  4. In una padella soffriggere due spicchi di aglio e un pezzetto di peperoncino in 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva.
  5. Non appena l’aglio sarà imbiondito unire i calamari e soffriggere a fiamma vivace.Calamarata_preparazione 1
  6. Dopo un minuto circa, non appena i calamari avranno cambiato colore, sfumare con 1/2 bicchiere di vino bianco e lasciar evaporare 2 minuti.Calamarata_preparazione 2
  7. Aggiungere i pomodorini, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro e coprire.
  8. Cuocere per non più di 5 minuti.
  9. Aggiustare di sale e pepe e aggiungere una manciata di prezzemolo fresco.
  10. Spegnere la fiamma, coprire il tegame e mettere da parte.Calamarata_preparazione 4
  11. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata.
  12. Scolare la pasta 5 minuti prima della fine della cottura, avendo cura di conservare parte dell’acqua di cottura.
  13. Unire la pasta scolata al dente al condimento e risottare su fiamma moderata fino a terminarne la cottura. Se necessario aggiungere un mestolino di acqua della pasta.Calamarata 0
  14. Servire immediatamente guarnendo ogni piatto con prezzemolo fresco.Calamarata 3

Note & consigli

  • La calamarata è un tipico formato di pasta che ben si sposa soprattutto con i sughi a base di pesce.Calamarata 8
  • Questo primo piatto può essere preparato con successo anche sostituendo la calamarata con i paccheri, mezzi paccheri o linguine.
  • In sostituzione ai calamari possono essere utilizzati anche i totani.
  • L’ideale in questo caso è utilizzare pomodorini freschi; in mancanza possono essere utilizzati pomodorini in scatola. Qualora utilizziate pomodorini in conserva vi consiglio vivamente quelli di marca La Fiammante.
  • Il vino da abbinare a questo primo piatto è sicuramente un bianco. Per consigliarvi al meglio vi suggerisco una Falanghina servita fresca per esaltare il gusto di questo fantastico piatto della tradizione culinaria campana. In particolare il mio consiglio ricade ancora una volta sui vini delle Cantine Sebastianelli, una realtà viva dal 1972 a Guardia Sanframondi, paese situato sulle pendici meridionali del monte MateseCalamarata_preparazione 5
  • Ti piacciono le ricette di mare? Prova anche la mia pasta con gli scampi, le casarecce pesce spada e e menta e le farfalle zucchine e gamberetti al profumo di curryCalamarata: pasta con i calamari alla napoletana
  • La cucina Campana ti ha conquistato? Consulta le altre mie ricette napoletane nella sezione cucina regionale italiana.

Alla prossima ricetta! ^_^

Valeria

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Raccolta di ricette con il pollo Successivo Biscotti morbidi al limone

Lascia un commento

*