Se amate il gusto ed il profumo dei peperoni, non potete non provare questa squisita conserva dal gusto piccante, perfetta per accompagnare formaggi freschi o semi stagionati, carne e pesce. Ideale per farcire piadine, bignè salati; oppure per condire la pasta. A seconda della consistenza che daremo alla nostra conserva di peperoni, potremo creare innumerevoli e deliziose ricette, dalle più facili e veloci, alle più raffinate ed elaborate. Grazie alla pastorizzazione potremo conservarla a lungo, in un luogo fresco ed asciutto.

Ingredienti

2 kg di peperoni pesati senza scarti

35 gr. di sale fino

3-4 peperoncini piccanti (a seconda dei gusti)

minipimer

setaccio o passaverdure con setaccio più fine

barattolini di vetro con tappo a chiusura ermetica già sterilizzati

1) Laviamo i peperoni, apriamoli ed eliminiamo i semi e le coste bianche. Tagliamoli, poi, a pezzi piccoli.

2) Mettiamo i peperoni tagliati in una pentola capiente, uniamo il sale ed i peperoncini spezzettati. Copriamo e, a fiamma bassissima, lasciamo che divengano teneri, mescolando di tanto in tanto (ci vorrà circa mezz’ora).

3) Spegniamo, scoliamo completamente l’acqua di vegetazione che, nel frattempo, si sarà formata, trasferiamoli in un frullatore (o un minipimer ad immersione) e frulliamo fino ad ottenere una sorta di purea (ci vorranno 2/3 minuti, circa, a seconda della potenza dell’elettrodomestico usato).

4) Passiamo la purea ottenuta attraverso un setaccio a maglie fine o un passaverdure Rimettiamo la “pasta” di peperoni ottenuta nella pentola e, tenendo sempre la fiamma bassa, lasciamo che si asciughi, mescolando spesso, fino ad arrivare alla consistenza desiderata. In questo passaggio facciamo attenzione a non farla attaccare al fondo della pentola o bruciare.

5) Per la pastorizzazione: trasferiamo la conserva bollente nei vasetti, riempiamoli fino a due centimetri dall’orlo, chiudiamoli e mettiamoli in acqua caldissima, avvolti in canovacci da cucina e lasciamoli bollire per 30 minuti. Spegniamo e facciamo raffreddare i vasetti senza toccarli.

Nel caso in cui la conserva travasata nei vasetti non fosse bollente nè calda, ma tiepida o quasi fredda, lasciamoli riposare per almeno un’ora, prima di metterli in una pentola con acqua fredda per la pastorizzazione. In questo modo eviteremo che i vasetti si rompano. Otterremo circa 600 gr. di conserva.

6) Per una conserva dalla consistenza simile alla passata di pomodoro: scoliamo i peperoni e conserviamo l’acqua di vegetazione. Frulliamoli e poi trasferiamo la purea nel setaccio, come descritto sopra. Rimettiamo sia il composto di peperoni setacciato che l’acqua di vegetazione in una pentola e lasciamo asciugare a fiamma non troppo vivace per 10/15 minuti circa, fino a quando la conserva avrà una consistenza fluida, proprio come la passata di pomodoro. Travasiamo subito nei vasetti, riempiendoli fino a due centimetri dall’orlo, chiudiamo e pastorizziamo come già descritto. In questo caso otterremo all’incirca 1 kg. di conserva.

La quantità di conserva ottenuta varierà di molto a seconda della consistenza che gli daremo.