Crea sito

Polpette di pane senza uova con speck ed erba cipollina

Le polpette di pane senza uova con speck ed erba cipollina sono un delizioso antipasto finger food da preparare per accompagnare un aperitvo fra amici, un buffet, la pizza e così via. Si tratta di una ricetta del recupero realizzata con pane avanzato di qualche giorno, insaporito dal fresco sapore dell’erba cipollina che contrasta e, al tempo stesso, esalta la nota sapida e affumicata dello speck. Sono molto facili da preparare e possono essere servite sia calde che fredde.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni15 pezzi
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 100 gMollica di pane
  • 100 gPatate lesse
  • 75 mlLatte
  • q.b.Sale fino
  • q.b.Pepe
  • 1 fettaSpeck
  • q.b.Erba cipollina

Preparazione

  1. 1) Preleviamo la mollica di pane che ci serve, sbricioliamola con le mani e mettiamola in una ciotola ampia. Lessiamo, nel frattempo, le patate con la buccia; quando saranno cotte sbucciamole e passiamole allo schiacciapatate. 2) Uniamo la purea di patate già fredda, lo speck ridotto a cubetti molto piccoli, 5/6 fili di erba cipollina fresca tritati molto finemente, sale, pepe e il latte che verseremo poco per volta fino ad ottenere un composto compatto e non molliccio che ci consenta di formare facilmente le polpette. Nel caso in cui, invece, risultasse troppo molle, potrete aggiungere dell’altra mollica di pane o, in alternativa, del pangrattato che aiuterà ad asciugare l’eccesso di umidtà. 3) Con le mani formiamo delle palline di pane poco più piccole di una noce, passiamole nel pangrattato, facciamone cadere via l’eccesso e appoggiamole, poi, man mano, su di un piatto. 4) Quando avremo terminato di formare le polpette, mettiamo a scaldare del buon olio di semi adatto alla frittura. Quando l’olio sarà ben caldo, mettiamo a friggere pochi pezzi per volta per circa 3/5 minuti o fino a qando non risulteranno dorate in modo uniforme. Scoliamole dall’olio e poniamole su di un piatto da portata con un foglio di carta assorbente.

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.