I cetrioli in agrodolce sono l’ideale per accompagnare formaggi, piatti a base di pesce o di carne arrosti o alla griglia; oppure per realizzare saporiti antipasti,  bruschette, tramezzini, tartine e così via. Possiamo servirli anche come contorno. E’ una ricetta molto facile e grazie a pochi e semplici accorgimenti prepareremo una conserva di cetrioli fantastica, squisita e potremo gustarli anche quando non saranno più di stagione. La ricetta originale dei cetrioli in agrodolce si trova su un vecchio nunero della rivista “Cucinare bene”. Io ho apportato alcune piccole modifiche riguardo alle spezie, dettate dai nostri gusti.

Ingredienti

1 kg. di cetrioli freschissimi

1/2 l di aceto di mele

1/2 l di acqua

180 gr. di zucchero

20 gr. di sale grosso

1/2 cucchiaino raso di curcuma

10 gr. di semi di coriandolo

10 foglie di menta fresca

origano q.b.

1 cipolla bianca

pepe macinato

Occorrente

4 vasetti da 250 gr. o 2 da 500 gr.

pentola capiente

1) Laviamo i cetrioli, spuntiamo le estremità e affettiamoli con uno spessore di circa 7 mm.  In questo modo i cetrioli in agrodolce resteranno callosi e sodi anche col passare del tempo. Affettiamo, invece,  sottilmente la cipolla.

2) Mettiamo in uno scolapasta sia la cipolla che i cetrioli affettati, cospargiamoli con 10 gr. di sale grosso e lasciamo colare l’eccesso di liquido di vegetazione per almeno 2 ore.

3) Dopo due ore mettiamo in una pentola capiente l’acqua, l’aceto, i restanti 10 grammi di sale grosso e le spezie. Portiamo a bollore a lasciamo bollire, a fiamma bassa e con coperchio, per 10 minuti.

4) Nel frattempo sciacquiamo i cetrioli e le cipolle affettate e, trascorsi i 10 minuti, versiamoli nello sciroppo agrodolce. Lasciamoli cuocere per 7 minuti esatti, coperti e tenendo la fiamma bassa.

5) Dopodiché riempiamo i vasetti prima con i cetrioli e le cipolle, usando una schiumarola e poi con il liquido di cottura e le spezie, arrivando fino ad un centimetro dal bordo superiore. Il liquido dovrà ricoprire completamente i cetrioli.

6) Chiudiamo ermeticamente e completiamo la sterilizzazione mettendo i vasetti (avvolti singolarmente in strofinacci di cucina, per evitare che durante la bollitura, urtandosi, possano rompersi) in acqua già bollente. Portiamo a bollore e lasciamo sterilizzare per 30 minuti.

7) Dopo 30 minuti spegniamo e lasciamo i vasetti nell’acqua senza toccarli, fino a quando non sarà possibile maneggiarli. Mettiamoli, infine, capovolti, su un tagliere e lasciamoli raffreddare completamente. Vanno lasciati riposare almeno 15 giorni, per far sì che i cetrioli assorbano i profumi e i sapori delle spezie.

L’idea in più. Possiamo utilizzare anche cetrioli di piccole dimensioni. In questo caso vanno lasciati interi e cotti per soli 5 minuti.