Panfocaccia con speck e rosmarino

Il panfocaccia con speck e rosmarino è un gustoso lievitato che potrete utilizzare per accompagnare salumi e formaggi, arricchendo i vostri aperitivi o anche come goloso sostituto del pane.

Io ho tratto ispirazione per la ricetta dal blog di Martolina in cucina, anche se poi l’ho un po’ modificata.

Per la preparazione, ho utilizzato il lievito madre, ma modificando le dosi dell’acqua e i tempi di lievitazione, potrete utilizzare anche il lievito di birra, secco o in cubetti (trovate le dosi giuste tra gli ingredienti): considerate, naturalmente, che le dosi di acqua e farina sono sempre indicative e che dipendono molto dalla qualità specifica della farina e da variabili ambientali (clima secco o umido).

Tenete, quindi, sempre da parte un po’ di farina o un po’ di acqua.

Se volete provare anche voi questa ricetta, seguitemi in cucina e prepariamo insieme il panfocaccia con speck e rosmarino!

Panfocaccia con speck e rosmarino

panfocaccia con speck e rosmarino
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    25 minuti
  • Cottura:
    35 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Lievito madre (rinfrescato oppure 1 cubetto di lievito di birra o 1 bustina di lievito secco per salati) 100 g
  • Farina 00 500 g
  • Acqua (100 ml se usate il lievito di birra) 75 ml
  • Rosmarino 3 rametti
  • Olio extravergine d’oliva 6 cucchiai
  • Speck 100 g
  • Sale q.b.

Preparazione

L’impasto con il metodo tradizionale

  1. Se usate il lievito madre, in una ciotola, mettete il lievito rinfrescato e l’acqua e sciogliete il primo, lavorandolo con le mani.

  2. Se, invece, usate il lievito di birra, scioglietelo in 3 cucchiai di acqua (da considerare a parte rispetto ai 100 ml indicati negli ingredienti).

  3. Aggiungete al composto di acqua e lievito la farina setacciata e la restante acqua (se usate il lievito di birra) e impastate con le mani, fino ad ottenere un panetto sodo ed elastico.

  4. Coprite il panetto con la pellicola e mettetelo a lievitare in un luogo caldo per almeno un’ora.

  5. Nel frattempo scaldate l’olio a fiamma bassa e aggiungetevi i rametti di rosmarino, tenendo da parte circa 15 aghi: lasciate i rametti sulla fiamma per circa 5 minuti, quindi spegnete e lasciate in infusione.

  6. Tritate finemente con un coltello gli aghi di rosmarino che avete tenuto da parte.

  7. Riprendete l’impasto che avrete messo a lievitare e aggiungete il rosmarino tritato, 3 cucchiai di olio profumato al rosmarino, lo speck tritato al coltello e un pizzico di sale.

  8. Impastate energicamente tutto e mettete il vostro panfocaccia in uno stampo da 26 cm foderato con carta da forno bagnata e strizzata e lasciatelo lievitare (coperto con la pellicola trasparente): se usate il lievito di birra, basterà un’altra ora; se, invece, usate il lievito madre, ci vorrà più tempo (io l’ho fatto lievitare tutta la notte).

L’impasto con il Bimby

  1. Mettete nel boccale gli aghi di rosmarino e tritateli per 15 secondi a velocità Turbo. Teneteli da parte.

  2. Mettete nel boccale lo speck e tritatelo per 15 secondi a velocità 6. Tenetelo da parte.

  3. Se usate il lievito madre, scioglietelo in 75 ml di acqua, mescolando per 30 secondi a velocità 3.

  4. Se usate il lievito di birra, scioglietelo in 3 cucchiai di acqua (non inclusa nel 100 ml indicati in ricetta), mescolando per 30 secondi a velocità 3.

  5. Aggiungete la farina e la restante acqua (se avete usato il lievito di birra) e impastate per 3 minuti a velocità Spiga. Lasciate lievitare per almeno un’ora direttamente nel boccale chiuso con il coperchio e il misurino.

  6. Nel frattempo scaldate l’olio a fiamma bassa e aggiungetevi i rametti di rosmarino: lasciate i rametti sulla fiamma per circa 5 minuti, quindi spegnete e lasciate in infusione.

  7. Aggiungete nel boccale il rosmarino e lo speck tritati, 3 cucchiai di olio aromatizzato e un pizzico di sale e impastate per altri 3 minuti a velocità Spiga.

  8. Mettete il vostro panfocaccia in uno stampo da 26 cm foderato con carta da forno bagnata e strizzata e lasciatelo lievitare (coperto con la pellicola trasparente): se usate il lievito di birra, basterà un’altra ora; se, invece, usate il lievito madre, ci vorrà più tempo (io l’ho fatto lievitare tutta la notte).

La cottura

  1. Trascorso il tempo di cottura, spennellate il panfocaccia con l’olio aromatizzato rimasto.

  2. Accendete il forno a 200 gradi in modalità statica e, quando arriverà a temperatura, cuocete il vostro panfocaccia per circa 30 minuti…sentirete che buono, sia freddo che tiepido che appena sfornato!

Note

Vi lascio qualche altra ricetta per preparare in casa pane e focacce: Focaccine con esubero di lievito madrePanini alla pizzaiola e Panini all’olio!

Se vi piacciono le mie ricette, vi aspetto su FacebookInstagramTwitter e Pinterest!

Ricette di blog amici:

Pane senza glutine con macchina del pane del blog Cucina Casareccia

Filone di pane al grano saraceno del blog Lo Scrigno del Buongusto

Pane fatto in casa con rose augurali del blog Giovanna in Cucina

Pane con biga del blog Quella lucina nella cucina

Precedente Grissini con esubero di lievito madre Successivo Pasta con piselli guanciale e fiori di zucchina

Lascia un commento