Crea sito

Norma di pescespada dello Stretto

Norma di pescespada  dello Stretto.


Questa ricetta ha radici lontanissime. Sembrerebbe che a dare il nome “Norma” alla ricetta sia stato Nino Martoglio (1870-1921), il noto commediografo catanese, che davanti ad un piatto di pasta così condito esclamò: “Chista è ‘na vera Norma!“, ad indicarne la suprema bontà, paragonandola al capolavoro del grande compositore Vincenzo Bellini, .. ma nei villaggi marinareschi messinesi durante il periodo estivo i pescatori vanno a caccia di pescespada con le caratteristiche imbarcazioni : le feluche. Le tipiche barche da pesca con la passerella e l’antenna usando l’arpione. Ai pescatori dopo la cattura del pescespada toccava una parte di esso, quella più maltrattata cioè dove veniva infilzato con l’arpione detta ” a botta”, e la scozzetta cioè la parte retronucale. Così sin dai primi anni del 1900 le donne della mia famiglia hanno coniugato la classica Norma che fa parte dell’entroterra siculo con il pescespada re dello Stretto di Messina

Se vuoi vedere tutte le ricette dei primi piatti clicca qui

Sponsorizzato da RitaAmordicucina

  • DifficoltàMedio
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Ora 10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gfette di pescespada
  • 600 gscozzetta retro nucaledi pescespada (tagliata a pezzi)
  • cipolla rossa di Tropea (tritata)
  • 500 g melenzane (violette)
  • ricotta al forno (grattugiata)
  • 10 foglieBasilico
  • Olio evo
  • sale e pepe
  • 50 mlvino bianco
  • 1 lpassata rustica di pomodoro
  • 350 gpasta caserecce

Preparazione

della Norma di pescespada dello Stretto
  1. Taglia 1 melanzana a dadini, spargi un po’ di sale e copri con un peso per circa 30 minuti per far buttare via la parte amara. Successivamente tampona con un canovaccio e friggi in abbondante olio evo. Dopo la cottura metti i dadini di melanzana a scolare in uno scolapasta. Per buttare l’olio in eccesso. Intanto…..

  2. Togli l’ osso e la pelle dalle fette e fai dei dadini, taglia a pezzi la scozzetta.

  3. Taglia 1 cipolla a pezzetti e soffriggi in una padella con un filo d’olio evo. Appena è dorata aggiungi i dadini di pescespada

  4. e subito dopo i pezzi di scozzetta . Fai cuocere rigirando finchè diventano di colore bianco, quindi sfuma con del vino bianco e fai evaporare.

  5. Aggiungi la passata di pomodoro il sale e il pepe, e correggi l’acidita’ con un pizzico di zucchero. Continua a cuocere a fuoco lento per 20 minuti circa, coprendo con un paraschizzi. Appena è cotta togli dal sugo i pezzi interi di scozzetta e mettili da parte, aggiungi i dadini di melanzana. Intanto cuoci la pasta e scolala al dente.

  6. Unisci la pasta al sugo aggiungi tante foglie di basilico e la ricotta al forno grattugiata, Servi ben caldo. Ecco la Norma di pescespada Norma di pescespada dello Stretto

Procedimento

Norma di pescespada dello Stretto. Taglia 1 melanzana a dadini, spargi un po di sale e copri con un peso per circa 30 minuti per far buttare via la parte amara. Successivamente tampona con un canovaccio e friggi in abbondante olio evo. Togli l’ osso e la pelle dalle fette e fai una dadolata. Taglia a pezzi la scozzetta. Dopo la cottura metti i dadini di melanzana a scolare in uno scolapasta. Per buttare l’olio in eccesso. Intanto…Taglia 1 cipolla a pezzetti e soffriggi in una padella con un filo d’olio evo. Appena è dorata aggiungi la dadolata di pescespada. Aggiungi la passata di pomodoro il sale e il pepe. E correggi l’acidita’ con un pizzico di zucchero. Continua a cuocere a fuoco lento per 20 minuti circa, coprendo con un paraschizzi. Appena è cotta togli dal sugo i pezzi interi di scozzetta e mettili da parte, aggiungi i dadini di melanzana. Intanto cuoci la pasta e scolala al dente. Unisci la pasta al sugo aggiungi tante foglie di basilico e la ricotta al forno grattugiata, Servi ben caldo Per visualizzare tutte le ricette clicca qui.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.