Crea sito

Cornetti sfogliati – Croissant

Cornetti sfogliati, la ricetta per farli in casa, facile e di sicura riuscita. Finalmente cornetti come al bar, o croissant, la ricetta francese con sfogliatura, simile alla pasta sfoglia, diversa perchè i croissant sono preparati con un impasto lievitato, io li ho preparati con lievito di birra, pochissimo, ma non vedo l’ora di provarli anche con lievito madre, appena sarà maturo abbastanza! La ricetta può sembrare un po’ lunga, ma in realtà sono solo tempi di attesa, il lavoro vero e proprio è poco, diviso in varie fasi, vicine tra loro, per dare le pieghe all’impasto. Io ho impastato a mano, pur avendo la planetaria, non è stato difficile, anzi, l’impasto è morbido e si lavora con piacere. Voi potete scegliere tra entrambe le opzioni, o se avete il bimby procedete come gli altri impasti, velocità spiga, fino ad ottenere un composto elastico, ci vorranno pochi minuti, a mano ne ho impiegati circa 15-20. Vediamo come preparare allora i nostri buoni cornetti sfogliati in casa.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni12-20
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaFrancese

Ingredienti

  • 250 gFarina Manitoba
  • 250 gFarina 00
  • 5 gLievito di birra fresco
  • 20 gBurro
  • 150 mlAcqua
  • 150 mlLatte
  • 70 gZucchero
  • 1 bustinaVanillina
  • 1Scorza di limone
  • 200 gBurro per la sfogliatura
  • 1Uovo per lucidare
  • q.b.Latte per lucidare

Preparazione

  1. cornetti sfogliati

    In una ciotola mettiamo le due farine, ne usiamo metà 00 e metà manitoba, oppure usiamo una farina 0.

    Alla farina aggiungiamo il latte in cui sciogliamo il lievito di birra fresco. Aggiungiamo ancora l’acqua, e lo zucchero e iniziamo a lavorare, aggiungiamo vanillina, sale e scorza di limone e lavoriamo fino ad ottenere un panetto. Aggiungiamo ora il burro, 20 g, un pezzettino per volta, aggiungiamo un altro pezzo quando quello precedente è stato incorporato. Anche se lavoriamo con planetaria il burro lo aggiungiamo alla fine poco per volta.

    Lavoriamo l’impasto per circa 15-20 minuti in totale fino a renderlo elastico. Lasciamo lievitare in un angolo caldo e riparato. I tempi possono variare a seconda di quanto lievito usiamo e della temperatura dell’ambiente, più fa caldo più l’impasto lievita prima, più lievito usiamo più l’impasto cresce in fretta. Con 5 g in un paio di ore al caldo è pronto.

  2. Nel frattempo prepariamo il burro, i 200 g per la sfogliatura. Prendiamo un fogli odi carta forno. Vi mettiamo il burro all’interno e formiamo un pacchetto, lasciando però degli spazi vuoti tutto intorno, circa 5 cm per parte. Con un mattarello andiamo a stendere il burro, a formare una sorta di mattonella, che rimane all’interno del pacchetto ricavato con la carta forno. Lo stendiamo sottile circa 3-4 mm. Lo mettiamo in frigo.

  3. Quando l’impasto sarà lievitato, lo versiamo su un piano infarinato. Lo apriamo a formare un quadrato, lasciando il centro del quadrato più paffuto, lì sopra andremo a posare la mattonella di burro che sta in frigo. Poi chiudiamo a fagotto tirando su la pasta intorno. Con un matterello stendiamo a formare un rettangolo spesso circa 1 cm. Dividiamo mentalmente il rettangolo in 3 parti, e pieghiamo la prima parte sulla seconda,e la terza sulla prima e seconda. Otteniamo così un panetto rettangolare con 3 pieghe. Trasferiamo su un vassoio infarinato, copriamo e mettiamo in frigo per mezz’ora almeno.

  4. Ripetiamo la stessa piega dopo mezz’ora. Riprendiamo il panetto, lo stendiamo in un rettangolo. Dividiamo mentalmente in tre parti, pieghiamo la prima parte sulla seconda, la terza sulla seconda e la prima e abbiamo eseguito il secondo giro di pieghe. Rimettiamo in frigo come prima e dopo mezz’ora procediamo all’ultima piegatura, che questa volta va fatta in modo diverso, in 4 pieghe. Vediamo come.

  5. Riprendiamo l’impasto, lo stendiamo a formare un rettangolo. Dividiamo mentalmente il rettangolo in 4 parti. Pieghiamo la prima parte sulla seconda. La quarta parte la pieghiamo sulla terza. E poi la prima e seconda parte la pieghiamo sulla terza e quarta parte. Otteniamo così 4 pieghe al nostro panetto. Ora possiamo procedere a formare i cornetti.

  6. Stendiamo il nostro panetto in un rettangolo. Le misure sono fondamentali per stabilire quanti cornetti fare e quanto farli grandi. Più il rettangolo è lungo, più cornetti riusciremo a fare. Più il rettangolo è largo, più i cornetti saranno grandi. Io ne ho fatti 20 di varie misure, forse perfetti per chi ha bimbi, ma chi li vuole belli grandi ne vengono 12 con le stesse dosi. Quindi stendiamo la sfoglia in un rettangolo e dividiamo in triangoli isosceli, base, di circa 3-6 cm a seconda di quanto vogliamo larghi i cornetti, e il lato lungo almeno 10-12 cm.

  7. Facciamo un taglietto alla base, allarghiamo così la base verso l’esterno, mano a mano che andiamo ad arrotolare il triangolo verso la punta. Mentre lo arrotoliamo, tiriamo l’impasto che sta ala base, la punta del triangolo, fino ad avvolgerlo tutto, la punta la facciamo posare sulla base di appoggio, nel nostro caso, una leccarda rivestita con carta forno, così i cornetti non si aprono in cottura.

  8. Preparati così i cornetti sfogliati li mettiamo a lievitare al caldo, nelle teglie, ben distanziati tra di loro, cresceranno almeno il doppio. Una volta lievitati, scaldiamo il forno a 180-185°c in modalità statico, io ventilato a 165-170°c. Spennelliamo i cornetti gonfi con uovo sbattuto con un goccio di latte. Cuociamo a metà forno per circa 15-17 minuti.I tempi variano a seconda del forno, così come le temperature.

  9. Quando sono belli dorati e gonfi li sforniamo. Li lasciamo su una grata per qualche minuto a raffreddare, così non rimane umidità alla base. Gustateli ancora caldi, cosparsi di zucchero a velo, ma soprattutto farciti, con nutella, marmellata, o crema, o anche una buona confettura fatta in casa.

  10. Se li volete congelare, vi consiglio di farlo appena li avete preparati, prima della lievitazione per andare in forno. Li scongelate circa 10-12 ore prima, e poi in 15 minuti i vostri cornetti sfogliati saranno pronti per magia. Sono ottimi anche congelati cotti, per scaldarli alla massima temperatura al bisogno, ma perdono un po’ la croccantezza della sfoglia appena cotta.

  11. Se vuoi ricevere le  mie ricette seguimi anche sui social, sulla pagina FACEBOOKPinterest  Telegram e Instagram,  ti ricordo che puoi lasciare un commento, qui o anche sui social, e se provi una mia ricetta inviami anche il tuo scatto, mi trovi anche su YouTube: Ornella Scofano Ricette che Passione. Torna alla HOME.

  12. Se vuoi provare altre deliziose ricette per la colazione, oltre ai croissant, ti consiglio le brioche sofficissime, o i panini al latte, una coccola di bontà!

    Puoi conservare i cornetti sfogliati in un recipiente chiuso, si mantengono morbidi per un paio di giorni. Ideali serviti caldi, ripassati in forno alla massima temperatura per qualche istante.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

2 Risposte a “Cornetti sfogliati – Croissant”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.