Crea sito

Fave e cicorie

Fave bianche e cicorie è un piatto tipico della cucina pugliese, che mi ricorda tanto la mia infanzia ♥️ Entrambi sono ingredienti poveri (addirittura la fava, come tutti i legumi, era considerata la “carne dei poveri”) ed allora il grano costava molto, per cui preparare questo piatto non andava a incidere troppo sul bilancio familiare.
⏳NON LASCIATEVI SCORAGGIARE DAI TEMPI DI COTTURA: nella parte dedicata alla preparazione vi racconto un piccolo trucchetto per accorciare di molto i tempi di cottura delle fave! 😉

In questo piatto unico il gusto amarognolo tipico della cicoria viene mitigato dalla fava che ha un gusto più dolciastro. La fava, come d’altronde tutti i legumi, è molto nutriente e contiene sia carboidrati che proteine, rappresentando un’ottima alternativa alla carne! Per questo, fave e cicorie è un piatto ideale per chi segue una dieta vegetariana o vegana, e più in generale può essere considerato un caposaldo della dieta mediterranea.

Fave e cicorie - l'aPina in cucina
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura2 Ore
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 4 persone

  • 1 kgcicorie
  • 280 gfave secche decorticate
  • q.b.sale
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 1 fogliaalloro (facoltativa)
  • 1 spicchioaglio
  • q.b.peperoncino (facoltativo)

Strumenti

  • 2 Pentole
  • Padella
  • Frullatore a immersione

Preparazione di fave e cicorie

La purea di fave

  1. Fave e cicorie - l'aPina in cucina

    Per preparare questa fantastica ricetta tradizionale, iniziate con l’occuparvi delle fave. Lavate i legumi decorticati e metteteli in una pentola, aggiungete dell’acqua fredda (il livello dell’acqua deve superare di 3-4 cm la superficie delle fave), e la foglia d’alloro. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento per circa un’oretta e mezza.

    🌟Se quando arriva a bollore notate che si forma una schiumetta, eliminatela con una schiumarola.

    Quando saranno cotte (ve ne accorgete perché diventano belle tenere e cominciano a sfaldarsi), aggiungete un cucchiaio d’olio e un po’ di sale. Quindi terminate la cottura facendo assorbire alle fave gran parte dell’acqua. Il composto non dev’essere completamente asciutto, ma si deve restringere.

    🌟Un trucchetto per chi ha fretta! Se volete restringere i tempi di cottura a 30-40 minuti, mettete in ammollo le fave per 5-6 ore prima di cucinarle. Non necessiteranno di tempi di ammollo troppo lunghi, in quanto sono già decorticate.

Le cicorie

  1. Nel frattempo, andate a preparare le cicorie ripassate in padella con olio, aglio e, se gradite, un po’ di peperoncino.

    Quando anche le cicorie saranno pronte, riducete a purea le fave con un frullatore a immersione e andate a impiattare in un piatto fondo. O per dare alla ricetta quel sapore rustico che le appartiene, in un piatto di terracotta. Disponete le cicorie sulla sommità, condite con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo e se volete servite con dei crostini di pane croccanti. Buon appetito!

    🔎Per altri piatti della tradizione pugliese, potete dare un’occhiata alle orecchiette broccoletti e peperoncino o ai carciofi arraganati.

    Se vi è piaciuta questa ricetta, seguitemi anche sui miei canali social.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.