Tartare di salmone con avocado

La tartare di salmone con avocado è un piatto fresco e leggero, ideale sia come antipasto, che come secondo piatto. La preparazione è davvero semplicissima, ma è importante scegliere un salmone fresco e di qualità, e soprattutto trattato adeguatamente affinché si possa consumare da crudo. Infatti il salmone, come anche altri pesci, se si vogliono consumare crudi senza pensieri, è necessario che prima vengano abbattuti, ovvero vengano messi nell’abbattitore a -18 gradi per almeno 24 ore. In questo modo vengono uccisi gli eventuali agenti patogeni nocivi per il nostro organismo. Io ormai lo trovo abbastanza facilmente qui, anche al supermercato. Fortunatamente devo dire, perché le mie bimbe adorano il sushi, dove il salmone crudo non può mancare, e quindi spesso lo prepariamo in casa. E così, oltre al sushi, ogni tanto preparo anche la tartare di salmone, dove al salmone tagliato a cubetti vengono aggiunti pochi ingredienti per renderlo ancora più gustoso, come aglio, cipollotti e senape. Ma senza esagerare, perché il salmone, se di qualità, e buono anche al naturale. A me piace servire la tartare di tonno su cubetti di avocado, ma non è obbligatorio ovviamente. Ecco come la preparo:

Tartare di salmone con avocado
  • DifficoltàFacile
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni1 porzione
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaGiapponese
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti

Per la tartare di salmone

150 g filetto di salmone (qualità sushi)
2 cucchiai succo di limone
1 cucchiaino senape
1 cucchiaio olio extravergine d’oliva
1 spicchio aglio
1 cipollotto
q.b. prezzemolo tritato
q.b. pepe
q.b. sale
q.b. sesamo nero (facoltativo)

Inoltre

1/2 avocado
1 cucchiaio succo di limone
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. grissinio pane tostato (per servire)

Strumenti

Passaggi

Le dosi per queste tartare sono da considerarsi per un secondo piatto. Se volete servire la tartare di salmone come antipasto, con queste dosi potete realizzare 2 porzioni.

Per la tartare di salmone

Per preparare la tartare di salmone, tagliate il filetto di salmone a cubetti di ca. 1 cm e mettete in una ciotola. Aggiungete il succo di limone, la senape, l’olio extravergine di oliva e mescolate bene. Coprite e riponete in frigo mentre preparate il resto degli ingredienti.

Sbucciate l’aglio e tritate finemente. Montate i cipollotti e tagliate a fettine sottili, che poi andrete a tritare grossolanamente. Aggiungete aglio, cipollotti, prezzemolo, sale, pepe e sesamo nero (facoltativo) al salmone, mescolate nuovamente e riponete in frigo. Lasciate marinare il tutto per almeno 30 minuti.

Tartare di salmone con avocado

Nel frattempo prelevate la polpa di avocado dalla buccia con l’aiuto di un cucchiaio e tagliatela a cubetti, sempre di ca. 1 cm. Mettete in una ciotolina e aggiungete il succo di limone, nonché sale e pepe a piacere. E’ importante aggiungere subito il succo di limone all’avocado tagliato in quando altrimenti tende ad ossidare e annerirsi. Eventualmente coprite con pellicola e riponete in frigo se il tempo di marinatura del salmone non è ancora trascorso.

Trascorso il tempo di marinatura del salmone, prendete un coppapasta di ca. 8 cm di diametro (o altro anello di acciaio adatto a impiattare) e adagiatelo sul vostro piatto. Inserite l’avocado condito sul fondo e distribuite uniformemente. Quindi sull’avocado distribuite il salmone marinato. Terminate aggiungendo dei semi di sesamo nero e qualche fogliolina di prezzemolo a piacere.

Servite accompagnato da fette di limone e grissini o crostini.

Se ti è piaciuta questa ricetta seguimi anche su Facebook e Instagram o acquista uno dei miei libri di cucina “Passione Cooking …in cucina con Julia!” o “Global Cooking – Le mie ricette dal mondo!

La ricetta può contenere link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.