Crea sito

Pizza in teglia con spinacini, primo sale e nocciole

Pizza in teglia con spinacini, primo sale e nocciole.
Ci avreste mai pensato di mettere questi ingredienti insieme una pizza?
Io avevo del primo sale di bufala nel frigo e arrivato il sabato sera ho pensato di creare una pizza diversa dal solito.
Un tripudio di sapori e leggerezza, con l’effetto “crunch” dato dalle nocciole e dal profumo del tanto pepe messo sopra.
Vi lascio tutti i dettegli di come prepararla nella ricetta che segue, nella quale vi illustrerò come realizzarla con e senza lievito madre.

Pizza in teglia con spinacini, primo sale e nocciole
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Base pizza con lievito madre

  • 80 glievito madre
  • 80 gfarina 0
  • 40 mlacqua
  • 600 gfarina 0
  • 420 mlacqua
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 10 gsale
  • 1 cucchiainozucchero

Impasto con lievito secco

  • 600 gfarina 0
  • 420 mlacqua
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 10 gsale
  • 2 glievito di birra secco
  • 1 cucchiainozucchero

Per il condimento

  • 250 gspinacini
  • 150 gprimo sale (io ho usato quello di bufala)
  • 80 gnocciole tostate
  • q.b.pepe
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione

Per la base con il lievito madre

  1. Alle 8.00: uscite dal frigo (se lo avete lì conservato) il lievito madre e fatelo ambientare alla temperatura di casa (ci vorranno un paio di ore).

    Ore 10: rinfrescate il lievito madre prelevandone 80g. Io rinfresco così: In un bicchiere alto metto il lievito madre e la metà della quantità di acqua, in questo caso 40ml. Con l’aiuto di un minipimer frullate tutto in modo tale che venga un composto omogeneo. Aggiungete la quantità di farina 0 con almeno 13g di proteine (vedete la lista delle caratteristiche sulla confezione) pari al peso del lievito madre che si è utilizzata per il rinfresco, in questo caso 80g. Aiutandovi con una spatola all’inizio e con le mani poi amalgamate il tutto per bene, fino a formare una palla che riporrete in un barattolo di vetro dai bordi alti. Fate una croce sulla superficie, coprite con pellicola alimentare e poi con un canovaccio e mettetelo in forno al riparo dalle correnti o in un luogo caldo della casa.

    Per il raddoppio ci vorranno circa 3 ore.

    Ore 13: Il lievito madre sarà raddoppiato di volume, mettetelo in una planetaria insieme all’acqua che occorre per la pizza e fatelo completamente sciogliere. Poi pian piano aggiungete la farina, l’olio e infine il sale, fino a formare un bell’impasto incordato (ci vorranno 10 minuti).

    Fate riposare l’impasto per 20 minuti, poi cominciate a fare le pieghe, mettete l’impasto su un tagliere spolverato di farina e cominciate a fare due pieghe a portafoglio piegando i due lembi prima sotto e poi sopra.

    Fate riposare per 30 minuti, poi ripetete le pieghe. Questa operazione va ripetuta per 3 volte. Mettete l’impasto in una ciotola, fatelo lievitare per un’oretta e poi riponetelo in frigo per tutta la notte.

  2. Alle 11 del giorno dopo: tirate fuori l’impasto e fatelo ambientare. Continuerà la lievitazione.

    Ore 16: preparate dei panetti da 400g l’uno (ne usciranno due), fateli lievitare nuovamente coperti da pellicola dopo aver ripetuto per tre volte le pieghe.

Versione con il lievito secco

  1. Alle 17: preparate il pre fermento, sciogliendolo in 50ml di acqua e aggiungendo 100gr di farina e lo zucchero. Coprite l’impasto e fate lievitare per circa un paio di ore.

    Ore 19: aggiungete la restante farina, l’olio, acqua e sale e fate lavorare nella planetaria per almeno 10 minuti fino a quando non risulterà ben liscio.

    A questo punto mettete l’impasto su un tagliere spolverato di farina e cominciate a fare due pieghe a portafoglio piegando i due lembi prima sotto e poi sopra.

    Fate riposare per 30 minuti, poi ripetete le pieghe. Questa operazione va ripetuta per 3 volte. Mettete l’impasto in una ciotola e riponetelo in frigo per tutta la notte.

    Ore 11 del giorno dopo: tirate fuori l’impasto e fatelo ambientare. Continuerà la lievitazione.

    Ore 16: preparate due panetti, fateli lievitare nuovamente coperti da pellicola dopo aver ripetuto per tre volte le pieghe.

Stesura dell’impasto

  1. Stendete l’impasto con le mani partendo dal centro e allargando fino ai bordi.

    Condite la pizza con olio e fate cuocere in forno caldo preriscaldato a 250° in modalità statica per 15 minuti circa. Uscite la pizza dal forno e distribuite sopra gli spinacini, il primo sale, le nocciole e il pepe.

    Aggiungete un filo di olio a crudo e servite calda.

Note

SEGUIMI!!!

Seguitemi sulla mia pagina Facebook, sul mio profilo Instagram e su Pinterest.

Se cerchi altre ricette di pizze, potrebbero piacerti anche queste:

Pizza bianca con crema di ricotta, soppressata e pistacch

Pizza con mozzarella di bufala, pomodorini caramellati, pesto di basilico e olive taggiasche

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.