Gelato alla cannella senza uova con scaglie di cioccolato

Il gelato alla cannella con scaglie di cioccolato é pura raffinata golosità. Una golosità accentuata dal profumo di questa meravigliosa spezia che si sposa benissimo col cioccolato fondente. Questa ricetta non contiene uova e può essere facilmente realizzata senza dover necessariamente possedere una gelatiera. Tra le innumerevoli proprietà della cannella spicca anche quella digestiva, per cui questo gelato é perfetto come dessert da proporre a fine pasto. Possiamo utilizzare sia la cannella in polvere che quella in stecca, ricordandoci però di filtrare quest’ultima con un colino prima di unirla alla panna.

  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni5/6 porzioni
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 mlLatte intero
  • 1 cucchiainoCannella in polvere
  • 100 gZucchero
  • 1 pizzicoSale fino
  • 300 mlPanna fresca liquida
  • 200 gCioccolato fondente

Preparazione

  1. La panna e gli utensili per montarla, il composto di latte e cannella e la ciotola per il gelato dovranno essere tutti ben freddi di frigo.

    1) Mettiamo il latte, la cannella (in polvere o a scaglie), il sale e lo zucchero in un pentolino e, senza farlo mai bollire, riscaldiamolo a fiamma bassa, per almeno 5 minuti, mescolando spesso.

    2) Assicuriamoci che lo zucchero si sia sciolto completamente, spegniamo e lasciamo raffreddare il composto. Poi, trasferiamolo, ben coperto, nella parte più fredda del frigo per almeno 3 ore.

    3) Trascorso il tempo, montiamo la panna fredda di frigo. Quando comincerà a diventare densa e corposa versiamo a filo, lentamente, il composto al latte e cannella e continuiamo a montare fino a quando i due composti non saranno perfettamente amalgamati, soffici e gonfi (2-3 minuti in totale). Infine, aggiungiamo le scaglie di cioccolato (potremo usare gocce di cioccolato o tavolette di cioccolato tritate più o meno grossolanamente) e, con un movimento delicato dal basso verso l’alto, incorporiamole al gelato con l’aiuto di una spatola. Più aria assorbirà la crema di panna e latte migliore sarà il risultato finale del gelato. 4) Trasferiamo la crema per il gelato in un contenitore di vetro o di acciaio (anch’esso ghiacciato), copriamolo perfettamente e riponiamolo in freezer per un paio di ore. 5) Dopo un paio di ore tiriamo fuori il gelato e frulliamolo per frantumare i cristalli di ghiaccio e far in modo che assorba altra aria. Riponiamolo di nuovo in freezer coperto e lasciamolo maturare per almeno 12 ore.

Note

Nel caso in cui si utilizzasse la panna vegetale già zuccherata, la quantità di zucchero indicata per il gelato va ridotta a 50 grammi.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.