Crea sito

Focaccia con pomodorini impasto semplice

Oggi prepariamo insieme una gustosissima focaccia con pomodorini e origano, con un impasto davvero semplice che vi stupirà! Devo ringraziare la mia collega Cristina per questa ricetta… un giorno parlando di ricette sfiziose mi ha consigliato di provare a preparare questa focaccia che lei addirittura cuoce in pentola perchè il suo forno è un po’ pazzerello!! E allora appena ho avuto l’occasione l’ho subito provata e sono rimasta molto molto soddisfatta! Il bello di questa focaccia è che possiamo condirla come più ci piace, con gli ingredienti che abbiamo a disposizione. Io in frigo avevo una bella confezione di pomodorini e così ho approfittato per condirla con quello che avevo. Morbida all’interno e con una crosticina croccante e troppo gustosa. Possiamo anche tagliarla a metà e farcirla con affettati e formaggi… da leccarsi i baffi. Vediamo insieme il procedimento.

Altre ricette che potrebbero interessarti:
Torta semifreddo amaretti e cioccolato
Pane integrale fatto in casa
Torta Giuditta allo yogurt morbidissima
Pane alle noci fatto in casa
Taralli dolci al vino bianco
Lonza di maiale al latte
Ciambella al limone super morbida

focaccia con pomodorini
  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzionicirca 6-8 persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per la focaccia

  • 500 gFarina (0 oppure 00 )
  • Acqua (circa 400 grammi)
  • 25 gLievito di birra fresco (oppure 7 grammi di lievito di birra secco)
  • 1 cucchiainoZucchero
  • 8 gSale

Per il condimento

  • q.b.Pomodorini
  • q.b.Origano
  • q.b.Olio di oliva
  • q.b.Sale

Preparazione

  1. Per prima cosa pesate tutti gli ingredienti sopra descritto per preparare l’impasto della focaccia così li avrete già tutti a disposizione.

  2. In un bicchiere versate 100 grammi di acqua tiepida e fate sciogliere all’interno il lievito di birra (fresco o secco) insieme ad un cucchiaino raso di zucchero. Mescolate e lasciate attivare per almeno 5 minuti.

  3. Mi raccomando, ogni volta che preparate un lievitato i liquidi che andrete ad usare per sciogliere il lievito non devono mai essere caldi, tiepidi o freddi altrimenti avranno l’affetto contrario sul lievito.

  4. Versate in una ciotola abbastanza grande la farina. Io in casa avevo a disposizione una farina particolare, semintegrale e ho deciso di usarla visto che ne avevo giusto giusto 500 grammi, potete però usare la farina che avete a disposizione, 0, 00, integrale, manitoba ecc.

  5. In questo caso l’unica cosa che potrebbe subire modifiche nell’indicazione degli ingredienti è la quantità di acqua da inserire nell’impasto che può variare in base al tipo di farina che utilizzerete.

  6. Infatti ogni tipo di farina assorbe i liquidi in maniera diversa. Tenete presente che questo sarà un impasto molto molto morbido quindi regolatevi ad occhio. La farina integrale e semintegrale “si tira” più acqua rispetto ad una farina 0 o 00.

  7. Per non sbagliare aggiungete sempre i liquidi un po’ alla volta. Nella ciotola dove avete messo la farina versate prima i 100 grammi di acqua dove avete fatto sciogliere il lievito e cominciate a mescolare.

  8. Unite ora i restanti 300 grammi di acqua, solo un po’ per volta, mescolando sempre con un cucchiaio o mestolo. Solo se necessario aggiungerete altra acqua e mescolate per bene con una spatola.

  9. Solo una volta che gli ingredienti secchi avranno assorbito l’acqua potete aggiungere il sale. anche questo è un passaggio fondamentale, il sale rallenta la lievitazione e va aggiunto lontano dal lievito di birra.

  10. Aiutatevi con una spatola per amalgamare il tutto per bene fino ad ottenere un impasto molle. Coprite con una pellicola per alimenti e fate lievitare a temperatura ambiente (meglio un luogo con una temperatura intorno ai 20-22 gradi, oppure in forno spento con la lucina accesa) fino al raddoppio del volume.

  11. Io ho lasciato l’impasto lievitare per 3 ore circa perchè non avevo molto tempo a disposizione. Se avete più tempo vi consiglio ovviamente di diminuire la dose del lievito e di prolungare i tempi di lievitazione.

  12. Ad esempio 7 grammi di lievito di birra fresco ed una lievitazione di 12 ore, oppure 15 grammi di lievito di birra fresco e 6 ore di lievitazione (o comunque fin quando il composto ha raddoppiato il sul volume).

  13. Nel frattempo che l’impasto lievita lavate per bene i pomodorini e tagliateli a metà o in 4 parti e metteteli da parte.

  14. Trascorso il tempo di lievitazione, una volta che l’impasto è raddoppiato versatelo su una spianatoia ben infarinata. Realizzate le classiche pieghe per permettere all’impasto di incorporare aria.

  15. Prendete una teglia (diametro circa 28-30 cm, quadrata o rettangolare), versate all’interno un paio di cucchiai di olio d’oliva e ungetela per bene con le mani. Sistemate nella teglia l’impasto e con le dita cercate di allargarlo fino a ricoprire tutta la superficie.

  16. Condite la focaccia sistemado qua e là i pomodorini e decorando con una bella manciata di origano oppure se l’avete di basilico fresco.

  17. Condite con un bel filo d’olio e fate cuocere in forno, sempre statico e non ventilato, a 190° fin quando diventa bella colorita.

  18. Il tempo di cottura varia di forno in forno, trascorsi 35 minuti fate la prova stecchino, se l’interno è asciutto va bene altrimenti dovrete proseguire la cottura.

  19. Inoltre per evitare che la superficie diventa troppo scura, dopo circa 15 minuti di cottura, potete coprirla con un foglio di carta forno.

  20. Una volta pronta sfornate la vostra bella e golosissima focaccia, lasciate leggermente intiepidire e poi servite… E’ davvero gustosissima, farete un bel figurone!!!

  21. Ringrazio Cristina per la ricetta – Foto Gabry, tutti i diritti riservati

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gabry

Il mio nome è Gabry (o meglio Gabriella!), ho 36 anni e sono abruzzese doc!! Sono una ragazza semplice, con un grande cuore ♥ Non sono una cuoca di professione, piuttosto mi definisco una “pasticciona” ai fornelli! Però, tra esperimenti, successi e fallimenti, quando indosso il mio grembiule mi sento felice...