Torta Mantovana dell’Artusi, la bontà della semplicità!

Torta mantovana dell'Artusi

Torta Mantovana dell’Artusi

Una torta antica sana e genuina che rievoca i profumi dell’infanzia, poichè mia nonna materna cucinava spessissimo con le ricette dell’Artusi, ideale per la colazione o merenda, è la classica torta da credenza dal sapore ineguagliabile.

Pellegrino Artusi è sempre una garanzia in cucina, le sue ricette sono tutte buonissime e a prova di flop, un esempio su tutti è la celebre frase “con questo manuale pratico basta si sappia tenere un mestolo in mano“.

Il suo manuale di gastronomia, scritto nel 1891, è ancora una pietra miliare della cucina italiana, infatti verrà ricordato per quello che è stato definito: “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, manuale datato 1891 e tradotto anche in inglese, olandese, portoghese, spagnolo, tedesco e francese: ecco l’opera che ha reso celebre in tutto il mondo. 

Artusi raccolse ricette da tutta Italia, descrivendole talvolta con piccoli commenti personali e dando risalto a quelle preparate in modo casalingo. Ecco perché a lui in tanti riconoscono il merito di aver dato dignità a un enorme mosaico di tradizioni regionali, tra fritture, ripieni, umidi, minestre, salse, arrosti, lessi, gelati e conserve.

Si narra che questa ricetta sia stata regalata da delle suore di Mantova a Pellegrino Artusi – autore toscano della prima trattazione gastronomica dell’Italia Unita, insomma del primo ricettario italiano vero e proprio. Ritornato in Toscana, Artusi decise di donarla all’amico pasticcere, che aveva aperto la tutt’ora famosa pasticceria Antonio Mattei di Prato, il biscottificio che produce ancora oggi la più famosa Torta Mantovana secondo la ricetta di Pellegrino Artusi.

Se ami le torte da credenza e da colazione clicca QUI.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno e Primavera

Ingredienti per la Torta Mantovana dell’Artusi

170 g farina 00 (io Caputo pasticceria)
170 g zucchero semolato
150 g burro (di qualità)
1 uovo intero (a temperatura ambiente)
4 tuorli (a temperatura ambiente)
100 g pinoli (o mandorle in lamelle)
1 cucchiaio estratto di vaniglia (facoltativo)
1 scorza di limone grande grattata
1 pizzico sale fino
q.b. zucchero a velo (per guarnire)

Strumenti

Ciotola
Fruste elettriche
Stampo

Passaggi per la Torta Mantovana dell’Artusi

Si lavorano prima per bene con le fruste elettriche (o a mano) le uova con lo zucchero per circa 15 minuti; poi vi si versa a poco per volta la farina, il pizzico di sale, la scorza di un limone grande grattata, un cucchiaio di estratto di vaniglia (facoltativo) e si lavora ancora, e per ultimo il burro liquefatto a bagno-maria.

Torta mantovana dell'Artusi

Si versa il composto in una teglia tonda dal diametro di 20 cm, unta col burro e spolverizzata di zucchero a velo e farina oppure ricoperta di carta forno bagnata e strizzata.

Artusi ricopre la superficie con 50 g di mandorle a lamelle miste a pinoli, io invece ho cosparso la torta con 100 g di pinoli perchè li preferisco.

Infornare la torta in forno pre-riscaldato a 170° e cuocere per circa 50 minuti, vale la prova stecchino.

Sfornare la torta, sformarla dopo 5 minuti e ricoprirla con zucchero a velo.

Consigli per gli Acquisti !!!

Ho preparato velocemente questa torta con il pratico sbattitore elettrico Philips a 5 velocità (+ turbo) e 300 w di potenza, lo trovate ad un ottimo prezzo su Amazon . #adv

Ho cotto perfettamente ed in maniera uniforme la torta in questo stampo a cerniera di due tipi (a ciambella e non), lo trovi su Amazon ad un prezzo speciale. #adv

Seguimi anche su i miei profili Social, per non perdere nessuna ricetta !: 

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lericettedimarci13

Sono napoletana e la passione per la cucina oltre che dalla tradizione culinaria della mia città, mi è stata trasmessa dalle nonne e dalle zie della mia famiglia delle quali conservo gelosamente le ricette tramandate di generazione in generazione e fedelmente trascritte, passo dopo passo, in quaderni e ricettari vari. Inoltre nel tempo, questi quaderni sono stati da me aggiornati seguendo i più famosi Siti di cucina, i forum sul tema e le trasmissioni tv più di successo in questi ultimi anni, possiedo quindi una quantità infinita di ricette tutte da me sperimentate . Finalmente questo blog mi dà la gioia di condividere questo piccolo tesoro di ricette antiche e nuove che negli anni mi ha dato tante soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.