Crea sito

Gattò napoletano Ricetta originale passo passo

Gattò napoletano Ricetta originale

Gattò napoletano Ricetta originale

Il mio gattò è proprio il “GATTO’ ” (quello con l’accento sulla ò e due tt), da non confondere con il “gateau di patate” perchè quello napoletano DOC così si chiama e la ricetta è tratta (con alcune mie variazioni) dal libro di Jeanne Caròla Francesconi “La Cucina Napoletana”, non per niente unanimamente considerato la bibbia della cucina napoletana.

Preparo spesso questo gattò filante quando ho ospiti perchè riscuote sempre un grande successo ed è apprezzato da tutti (grandi e piccini) inoltre è comodo perchè si può preparare in anticipo o anche congelare (già cotto).

Il gattò è un piatto molto ricco, quindi può costituire tranquillamente un piatto unico.

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: 30/40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 8/10 persone

Ingredienti

Per il Gattò

  • Patate (vecchie, quelle a pasta gialla) 2,5 kg
  • Burro (anche metà burro e metà sugna) 120 g
  • Uova (intere) 3
  • tuorlo 1
  • Latte intero 80/100 g
  • Parmigiano reggiano (grattato (anche metà parmigiano e metà pecorino)) 150 g
  • Sale (fino, circa 10 g) 5 pizzichi
  • Pepe q.b.
  • Prezzemolo (facoltativo) q.b.
  • Burro (per spennellare la superficie del gattò) 40 g
  • Pangrattato (per la superficie del gattò) q.b.

Per il Ripieno

  • Salame napoletano (a fettine) 100 g
  • Mortadella (a fettine) 100 g
  • Fiordilatte (ben scolato o Mozzarella) 300 g
  • Provola 100 g
  • Caciocavallo (dolce o scamorza) 60 g
  • Uova sode (facoltativo, io non le metto) 2

Preparazione

Per il Gattò napoletano filante

  1. Importante : il peso delle patate indicato tra gli ingredienti (2,5 kg) si riferisce alle patate crude con la buccia, alla fine dovrete ottenere 2 kg circa di patate cotte e passate.

  2. Lavare le patate e lessarle con un pizzico di sale grosso, coperte a filo di acqua fredda (con il coperchio) a fuoco forte fino al bollore, poi una volta raggiunto il bollore, abbassare la fiamma e fare cuocere per un’altra mezz’ora (senza coperchio).

    Lavorate le patate calde con un miniprimer (o con una bottiglia) l’impasto DEVE essere liscio, omogeneo e FILANTE.

  3. Quando le patate sono ancora calde, incorporate poi il burro, il parmigiano grattato, il latte, i salumi a pezzettini (i formaggi NON ancora) il sale, il pepe ed il prezzemolo, poi una volta che il composto sia diventato tiepido, aggiungete anche le 3 uova intere ed 1 tuorlo.

  4. Ungere bene di burro uno stampo di circa 25 cm, cospargere tutto con pangrattato e disporre sul fondo metà composto di patate, livellandolo con le mani unte di olio (o di acqua).

  5. Disporre il ripieno di formaggi a fettine (e le uova sode, facoltativo) sullo strato di purè di patate e ricoprire bene tutto con l’altra metà.

  6. Gattò napoletano Ricetta originale

    Livellate bene TUTTA la superficie con le mani unte di olio (non bagnate con acqua) cospargetela tutta con bangrattato, distribute molti fiocchetti di burro sottili (o anche sugna) e cospargete di nuovo tutta la superficie di pangrattato (DOPPIA panatura).

    Se riuscite a tenerlo in frigo 1 o 2 ore prima di infornarlo è meglio, ma non indispensabile.

  7. Gattò napoletano Ricetta originale

    Infornate il gattò in forno caldo pre-riscaldato a 180° per circa 30/45 minuti (dipende dal vostro forno) fino a quando formerà una deliziosa crosticina dorata e croccante.

     

  8. Importante: poichè il gattò è molto filante, dopo che l’avrete sfornato, aspettate mezz’ora prima di servirlo.

  9. Gattò napoletano Ricetta originale

Note e Consigli

Gattò napoletano Ricetta originale, Jeanne Caròla Francesconi, nel suo libro “La Cucina Napoletana”, scrive che alcuni aggiungono un sottile strato di béchamel sopra alle fette di mozzarella, personalmente non ho mai sperimentato quest’opzione, ma ritengo che sia già di per sé un piatto abbondantemente ricco e filante.

Se amate, come me, la cucina napoletana, date anche un sguardo alla Sezione del mio Blog tutta dedicata alle ricette tipiche partenopee: “CUCINA NAPOLETANA DOC“.

Pubblicato da lericettedimarci13

Sono napoletana e la passione per la cucina oltre che dalla tradizione culinaria della mia città, mi è stata trasmessa dalle nonne e dalle zie della mia famiglia delle quali conservo gelosamente le ricette tramandate di generazione in generazione e fedelmente trascritte, passo dopo passo, in quaderni e ricettari vari. Inoltre nel tempo, questi quaderni sono stati da me aggiornati seguendo i più famosi Siti di cucina, i forum sul tema e le trasmissioni tv più di successo in questi ultimi anni, possiedo quindi una quantità infinita di ricette tutte da me sperimentate . Finalmente questo blog mi dà la gioia di condividere questo piccolo tesoro di ricette antiche e nuove che negli anni mi ha dato tante soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.