Crea sito

Torta salata con spinaci, panna e pecorino

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1Pasta Sfoglia (o brisé)
  • 1 kgSpinaci
  • 150 gPecorino romano (grattugiato)
  • 100 mlPanna fresca liquida
  • 2Uova
  • 3 foglieBasilico
  • 3 cucchiaiPangrattato (più q.b. per la teglia)
  • q.b.Aglio in polvere
  • q.b.Noce moscata
  • q.b.Sale e Pepe
  • 1 cucchiaioPinoli
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva

Preparazione

  1. Lessare gli spinaci, se utilizzate la pentola a pressione basteranno 3 minuti con un bicchiere d’acqua.

    Scolare le verdure, lasciarle intiepidire e poi strizzarle bene.

    In una ciotola capiente rompere le uova, sbatterle leggermente con una frusta, unire la panna e insaporire con la noce moscata, l’aglio il sale e il pepe.

    Aggiungere il pecorino, gli spinaci, il basilico e il pangrattato fino ad ottenere una farcia omogenea e morbida.

    Ungere una teglia o uno stampo apribile da 24 cm, cospargere con pangrattato.

    Trasferire la pasta sfoglia nello stampo e bucherellare il fondo con una forchetta, spolverare con del pan grattato e poi versare la farcitura, modellare i bordi.

    Guarnire la superficie con i pinoli.

    Cuocere in forno preriscaldato a 200° ventilato per una ventina di minuti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lastefyincucina

Stefania, mamma e casalinga full-time. Sono curiosa, amo viaggiare e sperimentare. La mia cucina è fantasia, improvvisazione e semplicità. Ho lavorato come dirigente sportivo nel settore giovanile del rugby per molti anni, e penso che in cucina si vivano i “terzi tempi” più importanti della vita. Nel 2019 è nata la mia prima collaborazione con il gruppo cameo in qualità di Brand Ambassador, che mi ha permesso di realizzare degli work shop di "My Dolce Casa". Nel 2021 ho ricevuto l'attestato di "Cesarina" della regione Lombardia per la salvaguardia e la divulgazione dei piatti della tradizione italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.